PORCARI Ampliamento e assunzioni per Essity – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

ALTOPASCIO

Buone nuove sul fronte dell’economia e dell’occupazione. Buone nuove che arrivano dal settore cartario, lo stesso che – tranne alcune eccezioni – ha superato brillantemente anche gli anni più neri della crisi, spesso continuando a crescere in periodo di indicatori tutti negativi per gli altri settori.

Un trend che prosegue anche oggi e tra chi continua a crescere, anche fisicamente, c’è la Essity, società cartaria a molti nota con il vecchio nome di Sca. Quel nome esiste ancora ma, da un anno, da quando cioè la società si è divisa in due settori, la vecchia denominazione si riferisce a un campo diverso (quello forestale), mentre per il campo della lavorazione della carta (o, più precisamente, del tissue) è stato adottato, appunto, il nome “Essity”. Un nome sotto il quale si comprendono anche altre produzioni, anche in campo sanitario (da prodotti per la cura delle ferite a quelli ortopedici).

Con 859 dipendenti la Essity è presente in Lombardia (con un paio di sedi commerciali) e, soprattutto in Toscana, dove si trovano i suoi tre stabilimenti produttivi: nella vicina provincia di Pistoia a Collodi, a Porcari e ad Altopascio, dove si trova anche la sua sede legale.

E proprio per la sede di Altopascio, nella zona del Turchetto, è prevista una nuova creazione. Si tratta del centro di eccellenza per la produzione del tovagliolo. Più nel dettaglio l’obiettivo di Essity sarà quello di potenziare la produzione con l’installazione di undici linee in più, aumentando anche l’assortimento e l’offerta al cliente.

Un piano di sviluppo che “fisicamente” – viene annunciato dall’azienda – prenderà il via a breve, con l’installazione delle prime linee già entro la fine di quest’anno (il completamento del progetto è previsto per l’inizio del 2020). Un potenziamento che, viene anticipato, sarà anche occupazionale, visto che prevede l’inserimento di diversi lavoratori (il numero esatto deve essere ancora reso noto): in parte attraverso una mobilità interna all’azienda, ma in parte dall’esterno, ossia attraverso nuove assunzioni.

Diverse le professionalità ricercate dalla società di Altopascio, e su più livelli: dagli ingegneri di processo ai grafici e designer (tra le cose da fare, per esempio, ci sarà quella di realizzare grafiche originali per i tovaglioli), dagli addetti all’assistenza clienti fino alle figure più tecniche (manutentori elettrici, meccanici ed elettromeccanici, od operatori esperti di stampa flessografica). E parallelamente al via ai lavori per l’ampliamento (quindi entro la fine dell’anno) partirà il grosso

della ricerca delle nuove figure professionali. Ricerca che in realtà è già partita. Solo nelle ultime due settimane, infatti, Essity ha avviato le procedure per la ricerca di uno specialista per la sicurezza, per un supply chain planner e per un responsabile della manutenzione. —

Fonte: Il Tirreno

Advertising