PORCARI Un arrestato e sei denunciati: il bilancio del fine settimana dei carabinieri a Lucca

da
Advertising

LUCCA – Lucca, Altopascio, Capannori, Porcari e Montecarlo: sono stati questi i comuni dove si sono concentrati i controlli dei carabinieri durante il fine settimana, nell’ambito dell’operazione ‘Estate Sicura’.
In tutto sono stati impiegati 20 militari, i quali hanno operato lungo le principali vie di comunicazione dei comuni interessati e presso gli svincoli dell’autostrada A11, in entrata ed in uscita dalla provincia di Lucca, con particolare attenzione alle aree meno urbanizzate, dove insistono abitazioni isolate. Sono state controllate nel complesso 80 autovetture, oltre 100 persone ed elevate 7 contravvenzioni al Codice della Strada.

In particolare, a Lucca, un italiano di 58 anni, già noto alle forze dell’ordine è stato arrestato per furto di alcuni oggetti di elettronica che aveva messo a segno in un centro commerciale. Sempre nel capoluogo, un uomo di origine straniera, in evidente stato di alterazione psicofisica, è stato invece denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, poiché ha aggredito i carabinieri con un bastone, quando questi hanno provato ad avvicinarlo. Una volta bloccato, l’uomo è stato ricoverato al reparto di psichiatria di Lucca. L’aggressione, fortunatamente, non ha procurato che delle lievi lesioni ai carabinieri in servizio.

 

A Capannori, una donna di 43 anni è stata denunciata per maltrattamento verso i familiari, dopo che, per l’ennesima volta, ha usato atti di violenza nei confronti dell’anziana suocera che vive con lei. L’anziana, l’ultima volta che ha subito un’aggressione da parte della nuora era dovuta ricorrere alle cure dei medici del San Luca che l’avevano giudicata guaribile in 5 giorni.

 

Sempre nel comune di Capannori, a Guamo, un ventenne è stato denunciato per detenzione di stupefacenti: controllato nelle vicinanze di un locale, è infatti stato trovato in possesso di 6 grammi di anfetamina, già ripartita in dosi pronte per essere vendute.

 

Arrivavano da Pescia, e tutti e due hanno 24 anno, quando sono stati fermati a Capannori e hanno beccato la denuncia per inosservanza delle prescrizioni di rimpatrio con foglio di via obbligatorio.

 

Ad Altopascio, infine, un 68enne è stato denunciato per minaccia aggravata all’indirizzo di un 51enne di Chiesina Uzzanese: il pensionato infatti ha minacciato l’altro uomo con un’arma da fuoco, che, successivamente, è stata posta sotto sequestro dai militari dell’Arma e, alla fine è risultata essere solo un giocattolo. Ma la paura è stata tanta, soprattutto per una lite scoppiata per futili motivi.

Fonte: Lo Schermo

Advertising