PORCARI Bilancio dell’operazione ‘Estate sicura’ dei Carabinieri: escalation degli episodi di violenza di genere

da
Advertising

LUCCA – Alla conclusione della stagione estiva, i carabinieri di Lucca tracciano un bilancio dell’operazione ‘Estate sicura’, iniziata lo scorso 1 giugno e che ha visto i militari dell’Arma impegnati quotidianamente e capillarmente sul territorio, al fine di garantire una maggiore sicurezza su tutto il territorio.

 

I RISULTATI – Nel complesso, guardando ai dati dello scorso anno, nei comuni della Piana di Lucca, l’Arma dei carabinieri ha riscontrato un calo pari a circa il 10 per cento dei reati commessi, sia in senso assoluto, sia con riferimento a quelli inerenti a quella che gli investigatori chiamano ‘criminalità predatoria’ e, cioè, furti e rapine. Senza particolari oscillazioni il numero delle contravvenzioni al Codice della strada elevate, mentre si è avuto un aumento degli incidenti stradali. In tutto sono stati oltre 7mila i veicoli che i carabinieri hanno controllato, mentre le persone identificate nell’ambito di tali controlli si aggirano attorno alle 10mila. Oltre 40 delle persone controllate – residenti fuori provincia – sono state fatte segno della misura di rimpatrio con foglio di via obbligatorio.
Per quanto riguarda la polizia giudiziaria sono state arrestate 41 persone e 311 sono state denunciate in stato di libertà.

 

VIOLENZA DI GENERE – Stando ai dati raccolti dai carabinieri, in questa estate c’è stata una notevole escalation di casi di violenza di genere in ambito familiare. Una tendenza, quella della provincia di Lucca, che rispecchia il trend nazionale. Sono, infatti, stati numerosi i casi di violenza nei confronti delle donne durante questi mesi estivi, registrati sia dai carabinieri, sia dalla polizia. Un fenomeno che deve far riflettere e far adottare iniziative che ancor più mettano l’accento sulla prevenzione.

GLI INTERVENTI DI IERI – Un ragazzo di 20 anni, di origine peruviana è stato denunciato per furto in abitazione, che il ragazzo aveva commesso nelle ore precedenti ai danni di una donna di 60 anni residente nel centro storico.

Un secondo arresto è stato effettuato ad Altopascio e ha visto finire in manette un uomo di 58 anni, colpito da un provvedimento restrittivo in base al quale deve espiare una pena di 4 anni di reclusione per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Infine, a Capannori, un uomo di 67 anni è stato denunciato in stato di libertà per sottrazione di cose sottoposte a sequestro: quando infatti è stato controllato dai carabinieri è risultato essere alla guida di una vettura sottoposta a sequestro amministrativo, senza copertura assicurativa e per di più con una patente scaduta e la macchina.

 

I CARABINIERI IMPEGNATI IN ‘ESTATE SICURA’ – Quotidianamente, nei Comuni di Lucca, Capannori, Porcari, Altopascio, Villa Basilica, Montecarlo e Pescaglia, l’Arma ha garantito una media di 20 servizi in uniforme, per un totale di oltre 300 ore di attività esterna e di pronto intervento, distribuita nell’arco delle 24 ore. Al predetto dispositivo si sono affiancati i militari impegnati in abiti civili con compiti investigativi più specifici. Settimanalmente, come è avvenuto in occasione della giornata di ferragosto, il dispositivo sul territorio è stato reso ulteriore efficace grazie al concorso di un velivolo del X Nucleo Carabinieri Elicotteri di Pisa, il quale ha potuto fornire un contributo importante sia nell’attività di controllo della circolazione stradale, sia nelle immediate ricerche, di volta in volta attivate a seguito dei reati denunciati.

Fonte: Lo Schermo

Advertising