[ALTOPASCIO] Tre nuovi comandanti per le stazioni dei carabinieri

da
Advertising

LUCCA. Valzer di nomine al comandao di varie stazioni dei carabinieri in tutto il territorio. Dopo il recente insediamento del maresciallo maggiore Franco Capoccetta al comando della stazione di Ponte a Moriano, ulteriori tre nuovi comandanti di stazione della Compagnia Carabinieri di Lucca si sono insediati nei giorni scorsi.

Il luogotenente Luciano Pascolini, proveniente dalla stazione di Piegaio, dove aveva ricoperto l’incarico di comandante per oltre 16 anni, è stato destinato a comandare la stazione carabinieri di Altopascio, uno dei reparti di maggiore delicatezza e importanza, e indubbiamente presidio strategico nell’attività di contrasto alla criminalità sul territorio della Piana di Lucca. La stazione di Altopascio, com’è noto, ha competenza esclusiva sul territorio di due comuni (Altopascio e Montecarlo), in un’area di confine tra ben quattro province (Lucca, Pisa, Firenze e Pistoia), nella quale dimorano oltre 20.000 residenti, ai quali va ad aggiungersi una ulteriore componente significativa di cittadini stranieri.

Il comando di Stazione di Piegaio è stato affidato al caresciallo maggiore Francesco De Leo che avrà competenza sull’intero comune di Pescaglia, un’area con una densità di residenti non particolarmente ampia (circa 4.000), ma molto estesa (70 kmq) articolata in ben 17 frazioni, alcune delle quali al confine con i comuni della Mediavalle e della Versilia. De Leo, proveniente dalla stazione di Ponte a Moriano, conosce molto bene la realtà locale, essendo in servizio sin dal 2009 in città, dove è stato anche presso le stazioni di Borgo Giannotti, prima, e San Concordio, dopo. Un sottufficiale di grande valore e di riconosciute capacità info-investigative.

Il luogotenente Salvatore Marino è invece il nuovo comandante della stazione di Borgo Giannotti, dove ha sostituito il neopromosso sottotenente Carlo Zingale, che ha dovuto lasciare l’incarico per la conseguita promozione quale Ufficiale. Marino, proveniente dal comando provinciale di Lucca, con una diversificata esperienza professionale avendo ricoperto l’incarico di capo sezione segreteria e personale, e prima in servizio, sempre in provincia, al Nucleo investigativo e alla stazione di Forte dei Marmi. Per lui un incarico di indubbia responsabilità, al comando di una delle stazioni urbane di maggiore delicatezza, competente su frazioni importanti della città (tra le quali San Vito e San Marco), nelle quali vivono complessivamente circa 25.000 cittadini residenti.

Questi avvicendamenti, ai quali

nelle prossime settimane ne faranno seguito altri, rientrano in un quadro di riorganizzazione dei comandi stazione del comando provinciale dei carabinieri di Lucca, funzionale a sempre maggiore incisività e aderenza alle esigenze del cittadino e delle comunità locali . —

Fonte: Il Tirreno

Advertising