[ALTOPASCIO] Prigioniero nel furgone ribaltato Grave autista dopo l’incidente

da
Advertising

ALTOPASCIO. Vigilia di Natale da incubo per un autotrasportato protagonista di un terribile incidente sull’autostrada A11.

Il mezzo che stava conducendo l’autotrasportatore, un furgone frigo che stava trasportando frutta e verdura, si è scontrato con un camion, rovesciandosi. L’uomo alla guida, un 41enne di origine magrebina, ha riportato gravi traumi, perdendo anche conoscenza. Assistito costantemente dal personale medico del 118 l’uomo però non poteva essere spostato per essere caricato in ambulanza, essendo rimasto incastrato nella cabina del suo furgone.

Per questo sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Lucca, che hanno dovuto lavorare parecchio per riuscire a recuperare l’autista facendo sì che lo stesso potesse essere trasportato in ospedale. L’unica soluzione possibile, per riuscire a raggiungerlo, era infatti quella di tagliare parte della cabina del furgone. Un lavoro impegnativo e che richiedeva anche molta prudenza, per evitare di provocare ulteriori conseguenze all’uomo. E infatti è stata necessaria quasi un’ora di lavoro ma, alla fine, il personale è riuscito a raggiungere l’autista. A quel punto l’uomo è stato caricato sull’ambulanza e, viste le sue gravi condizioni, trasportato dalla Misericordia all’ospedale Cisanello di Pisa in codice rosso.

Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della Polstrada di Montecatini, per cercare di ricostruire la dinamica dello scontro e anche per regolare il traffico, visto che è stato necessario chiudere temporaneamente alla circolazione quel tratto di autostrada, per consentire i soccorsi e per rimuovere i mezzi coinvolti.

Secondo la ricostruzione erano circa le 7 del mattino: il camion frigo stava viaggiando regolarmente nella corsia di marcia in direzione Lucca quando, all’altezza del chilometro 51,55 (poco dopo il raccordo di Altopascio per chi arriva da Chiesina), si è scontrato con un autoarticolato che si trovava sulla corsia di emergenza. Non è chiaro se l’autoarticolato in quel momento – a causa di un guasto – stesse viaggiando a bassa velocità o, addirittura, fosse proprio fermo, oppure (vista la vicinanza all’immissione autostradale) se si trovasse su quella corsia in attesa del momento giusto per immettersi in autostrada. Fatto sta che l’autoarticolato è stato tamponato dal furgone, con quest’ultimo che si è ribaltato, finendo

per occupare per chiudere interamente l’autostrada su entrambe le corse di marcia e facendo prigioniero l’autista che si trovava al suo interno.

L’incidente ha avuto come teatro uno dei tratti più trafficati dell’A11, e il giorno della vigilia non ha fatto eccezione. —

Fonte: Il Tirreno

Advertising