PORCARI Niente più zaini con i nuovi arredi al comprensivo – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

PORCARI. A scuola senza zaino. Anche Porcari seguirà l’esempio virtuoso di altre cittadine (tra cui Capannori): niente più zaini pesanti da portare sulle spalle, e compiti a casa con le attività dei bambini sviluppate in orario di scuola.

L’amministrazione comunale ha stanziato 30 mila euro per finanziare il progetto portato avanti dall’assessore all’istruzione Fabrizia Rimanti, insieme all’istituto comprensivo, per l’acquisto di mobili e arredi speciali, in modo da attrezzare le aule con spazi per contenere il materiale didattico senza doverlo portare tutti i giorni a e da casa.

Eliminare lo zaino diventa così un gesto reale, infatti agli studenti basterà una cartellina leggera per i compiti a casa, mentre le aule e i vari ambienti verranno arredati con mobilio funzionale e dotati di una grande varietà di strumenti didattici sia tattili che digitali.

Ma togliere lo zaino ha anche un significato simbolico in quanto verranno realizzate pratiche e metodologie innovative in relazione a tre valori a cui ci si ispira: la responsabilità, la comunità e l’ospitalità.

Tra i primi esempi nella Piana la scuola elementare di Massa Macinaia, l’unica scuola del Compitese dove c’è tempo pieno. Pochi mesi è stata adornata anche da una targa identificativa come “scuola “senza zaino”, all’ingresso dell’edificio dove questo modello educativo innovativo a misura di bambino

viene adottato da 14 anni. La cerimonia è stata una vera e propria festa a cui hanno partecipato insegnanti, bambini e genitori. Ospiti speciali sono stati gli ex alunni, classe 1998, che nel 2004 sono stati i primi a seguire il senza zaino nel territorio.

N.N.

Fonte: Il Tirreno

Advertising