[ALTOPASCIO] Blitz negli edifici dismessi: trovati otto irregolari

da
Advertising

ALTOPASCIO. Una decina di persone, tra cui otto irregolari, sono state trovate in due fabbricati abbandonati di Altopascio. È il risultato del blitz che polizia municipale e carabinieri di Altopascio hanno effettuato sul territorio, anche nell’immobile abbandonato di via Torino, già oggetto di operazioni di controllo e sicurezza nei mesi scorsi. Durante l’intervento è emersa la presenza di un gruppo di persone, otto delle quali stranieri irregolari, che stavano occupando abusivamente gli immobili. Per gli otto che si trovano sul territorio nazionale in stato di clandestinità è stata attivata la procedura di espulsione.

«Creare sicurezza significa stare sul territorio – spiega il sindaco Sara D’Ambrosio – i due immobili oggetto di controlli sono abbandonati, quello di via Torino, è addirittura sottoposto a procedura fallimentare e dovrà essere abbattuto con i lavori di realizzazione del sottopasso ferroviario. Periodicamente vengono effettuati controlli e operazioni per contrastare l’illegalità da parte della polizia municipale e in totale sinergia con le altre forze dell’ordine, a partire dalla locale stazione dei carabinieri: la strada da percorrere è questa, ovvero fare rete il più possibile tra forze di polizia e attivare interventi congiunti, perché non solo la sicurezza è un diritto, ma lo è anche la stessa percezione di essa, cioè il sentirsi sicuri e al sicuro. Mi sono fatta promotrice di un incontro anche nei giorni scorsi tra i due nuovi comandanti, Pellegrini e Pascolini, e le azioni congiunte continueranno anche nelle prossime settimane, al fine di pianificare strategie per rendere Altopascio un paese sempre più sicuro».

«L’azione di oggi – aggiunge il comandante della polizia municipale Italo Pellegrini – lancia un messaggio alla cittadinanza, che sempre

più ha la necessità di percepire il controllo del territorio: vivere in un ambiente sicuro è un diritto e la municipale lavora anche per questo».

In questo senso anche dal comando dei carabinieri viene spiegato che i controlli di questo genere sono destinati a proseguire. —

Fonte: Il Tirreno

Advertising