PORCARI Ztl e telecamere “anti-tir” Dal 26 scattano le multe – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

Le telecamere sono già in funzione da settimane. Anche se per il momento non rilevano contravvenzioni. Ma sarà questione di giorni. Il tempo di installare la segnaletica, tra il 25 e 26 di gennaio, che indicherà a camionisti ed autotrasportatori la presenza di varchi con telecamere per controllare il transito dei mezzi pesanti.

Le Ztl, nel rispetto dei tempi previsti dalla tabella di marcia, sono state collocate in via Bernardini. Questione di giorni, insomma, alla fine del mese per completare la procedura e rendere operative le telecamere anti-tir, dopo l’ok del Ministero dei Trasporti, ufficializzato attraverso la procedura del silenzio assenso. Già adesso, per la verità, i tir che arrivano da via avvocato Del Magro sono autorizzati a percorrere solo un breve tratto di via Bernardini per poi a svoltare obbligatoriamente a destra in via IV novembre e raggiungere la zona industriale del Padule. E dopo i lavori di asfaltatura della stessa via IV novembre, grazie ad una sinergia tra le aziende, la viabilità della zona è sensibilmente migliorata. In queste ore la ditta incaricata sta completando l’ultimo tratto, quello in prossimità del ponte che si collega con via Fossanuova. Il Comune di Porcari e i vigili annunciano tolleranza zero.

«Stiamo lavorando affinché a fine mese il sistema vada a regime – fa sapere il vicesindaco Franco Fanucchi – e da quel momento chi sgarra sarà multato. Niente più mezzi pesanti, con una sola eccezione che riguarda una ditta all’interno della quale i tir possono accedere solo da via Bernardini a causa del posizionamento dell’entrata e del ridotto raggio di sterzata».

«È un grande risultato – aggiungono il consigliere incaricato per il Padule Simone Giannini e il delegato alla viabilità Pietro Ramacciotti – al quale arriviamo dopo un percorso complesso e tutt’altro che agevole. La cosa importante è essere arrivati in fondo e aver risolto un problema che si trascinava da tempo».

Da Porcari a Capannori. Nel 2019 entreranno a regime anche i varchi previsti sul viale Europa tra Marlia e Lammari, uno degli snodi più importanti della viabilità della Piana, utilizzato dai mezzi pesanti per raggiungere la zona industriale e al Brennero. Ancora incertezza però sui tempi di attivazione dei varchi telematici che contribuiranno a fare rispettare l’ordinanza sulla circolazione a fasce alterne che ogni tre mesi è rinnovata a oltranza dal Comune di Capannori per regolare il passaggio dei mezzi pesanti su una delle arterie stradali più trafficate dell’asse nord-ovest della Lucchesia.

Le autorizzazioni ministeriali sono già arrivate e si attende la conclusione della procedura di affidamento della fornitura delle telecamere a raggi infrarossi per leggere le targhe dei mezzi pesanti. I varchi “anti-tir”, riducendo il numero dei mezzi pesanti, hanno anche un altro obiettivo, quello di ridurre lo smog sul viale Europa, a livello allarmanti in questi giorni. I varchi in futuro, come annunciato dal sindaco Luca Menesini, saranno installati anche in via di Carraia.

Anche a Montecarlo si pensa alla creazione di una sorta di “zona a traffico limitato” all’ingresso di via Nuova per regolare l’accesso dei visitatori al centro storico. «Abbiamo fatto una richiesta

di finanziamenti, ma per i residenti e le attività commerciali non cambierà niente», dice il sindaco Vittorio Fantozzi che pensa a modifiche della circolazione per alleggerire il traffico pesante dai centri abitati e dirottare i camion sulle vie di maggiore scorrimento. —

Fonte: Il Tirreno

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.