MODENA – 27 gennaio, Giorno della Memoria

da
Advertising

 

Incontri, lezioni, film, musica, teatro, mostre, salmi e preghiere, e iniziative con le scuole con focus sulle leggi razziali e la figura dell’intellettuale modenese Angelo Fortunato Formiggini che per protesta si lanciò dalla Ghirlandina rinunciando alla vita.

Il 27 gennaio Giorno della Memoria, anniversario dell’apertura dei cancelli di Auschwitz, vede a Modena tante iniziative in un unico calendario di Comune – Comitato comunale per la memoria e le storie del ‘900 e Provincia di Modena.

Le iniziative, dopo il concerto della memoria al Teatro Comunale Pavarotti con gli Amici della Musica, incominciano mercoledì 23 gennaio alle 17.30 alla Residenza universitaria San Filippo Neri di via Sant’Orsola 52 con l’inaugurazione della mostra “1938. La Storia” ideata e realizzata da Fondazione Museo della Shoah di Roma in occasione dell’80° della promulgazione delle Leggi razziali in Italia, e proseguono fino al 30 gennaio, con ripresa il 28 febbraio, quando in Sala mostre delle Gallerie Estensi a Palazzo dei Musei inaugura “Angelo Fortunato Formiggini (1878-1938). Ridere, leggere e scrivere nell’Italia del primo Novecento”.

Giovedì 24 gennaio alle 20.30, al Forum Monzani c’è “Quale Memoria. Musica e testimonianze per non dimenticare”, un progetto della Scuola Marconi che intreccia diversi percorsi educativi, culminanti in un concerto da condividere anche con famiglie e territorio. La giornata si inserisce in “Un viaggio lungo un anno”, con visite a Fossoli, al Museo Deportato di Carpi e viaggio alla Maison d’Izieu.

Venerdì 25 gennaio alle 9.30 al teatro del San Carlo di via San Carlo 5 si svolge il “Processo al ‘Manifesto della razza’. il caso di Nicola Pende”, azione teatrale per le scuole secondarie di II grado a cura di Istituto Storico e Fondazione San Carlo.

Alle 16 all’Accademia nazionale di scienze lettere e arti di corso Vittorio Emanuele II 59, per ricordare Angelo Fortunato Formiggini, si presenta il libro di Vittorio Ponzani “Dalla ‘Filosofia del ridere” alla promozione del libro. La biblioteca circolante di A.F. Formiggini (Roma, 1922-‘38)” Settegiorni Editore, Pistoia 2018. Con l’autore dialoga Martina Bagnoli direttrice delle Gallerie Estensi. Nella stessa sede alle 17.30 col vicesindaco Gianpietro Cavazza, Elio Tavilla presenta la mostra “Gride ducali sugli Ebrei (Sec. XVII – XVIII), patrocinio Aib –Emilia Romagna.

Sempre venerdì 25 alle 21 al Forum Monzani di via Aristotele va in scena il gruppo corale e strumentale Ologramma per “L’uomo che Verrà… Musica e Parole”, con testimonianze di Liliana Segre, Sami Modiano, Josè Pepe Mujica, Andrea Camilleri

A cura di Meme www.istituto-meme.it, ingresso libero fino a esaurimento posti.

Domenica 27 gennaio alle 10 nella sede dell’Ateneo in via Università 4 sarà deposta una corona alla lapide in memoria dei docenti e degli studenti perseguitati a causa delle leggi razziali; alle 10.30 alla Residenza universitaria San Filippo Neri “La Memoria nei giorni, nei luoghi e nelle coscienze”, riflessioni sul “dovere della Memoria” e la didattica della storia, incontro con Carlo Spartaco Capogreco, storico e saggista, docente di Storia contemporanea e didattica della Shoah all’ Università della Calabria (a cura di Anpi provinciale Modena), mentre alle 18 nella Sinagoga di piazza Mazzini si svolge una lettura di salmi e preghiere in ricordo dei deportati con Beniamino Goldstein, Rabbino capo della Comunità ebraica. Alle 21.15 alla Sala Truffaut si proietta il film “I bambini di 209 rue Saint-Maur” di Ruth Zylberman (Francia 2017, sottotitoli italiani) a cura di Circuito Cinema.

Lunedì 28 gennaio alle 17.30 alla Residenza universitaria San Filippo Neri si presenta il libro “La bella resistenza. L’antifascismo raccontato ai ragazzi” di Biagio Goldstein Bolocan (Feltrinelli 2019). Dialogano con l’autore Francesca Negri, dell’Istituto storico di Modena e Massimo Mezzetti, assessore a Cultura, Politiche giovanili e Politiche per la legalità della Regione Emilia-Romagna.

Alle 20.45 alla Sala Truffaut si proietta “Denial – la verità negata” di Mick Jackson (versione originale con sottotitoli italiani), a cura di Stefano Maffei, direttore dei corsi universitari English for Law, associazione “Ho avuto sete”.

Mercoledì 30 gennaio alle 18 al San Filippo Neri si svolge “Una risata da non dimenticare”. I 19 allievi attori della Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro di omaggiano la figura irriverente di Angelo Fortunato Formiggini, attraverso la storia e le parole di un personaggio che ha rivoluzionato il modo di ridere.

 

Visualizza il programma completo delle iniziative

 

 

 

Advertising