PORCARI Fibra a Porcari: prima connessione FTTH e già 70% di copertura per la rete FTTC

da
Advertising

PORCARI – La prima connessione privata FTTH è stata testata con successo. Si tratta di un passo concreto per dotare il paese della connessione ad altissima velocità – fino ad 1 Gb in download -, che rappresenta un plus di altissimo valore che fa di Porcari il primo comune delle cosiddette aree bianche della Toscana. Con l’inizio del nuovo anno gli utenti interessati potranno dunque fare richiesta per ottenere questo il servizio che, sebbene più complesso per modalità e tempi di installazione, consente di raggiungere prestazioni davvero eccezionali.

 

 

Procede speditamente anche l’attivazione degli armadi per la rete FTTC. Ad oggi la copertura è del 70% del paese, ma entro la fine del prossimo mese di gennaio si arriverà al 100%. Si lavora anche per estendere il servizio agli edifici pubblici (scuole, biblioteca, vigili e palazzo comunale) per facilitare tutti quei luoghi dove è essenziale una connessione internet veloce.

 

Si ricorda ai cittadini che il passaggio alla fibra non è automatico e che per poter accedere al servizio l’utente deve rinnovare il proprio contratto con l’operatore telefonico in uso.

 

 

<<Tutto procede secondo il cronoprogramma stabilito – commenta il consigliere incaricato Simone Giannini -, diversi cittadini hanno già potuto attivare il servizio FTTC e in tempi brevissimi l’attivazione della rete si estenderà a tutto il paese. È partita anche la super-fibra FTTH che vede Porcari come apripista dell’intera Piana di Lucca: una grande soddisfazione che premia l’impegno e l’ostinazione che abbiamo messo negli ultimi mesi per portare a casa questo importante risultato. La somma delle due tecnologie FTTC e FTTH coprirà praticamente tutto il territorio>>. 

 

 

<<Siamo soddisfatti di aver rispettato, per quanto di nostra competenza, gli impegni assunti pubblicamente da TIM insieme al Comune, alla Regione Toscana e ad Infratel per la copertura a banda ultralarga del Comune di Porcari con le tecnologie FTTC ed FTTH ed i relativi servizi innovativi – commenta Alessandro Bettini, responsabile operations TIM Toscana Ovest – contribuendo a valorizzare con il collegamento alla propria rete altamente tecnologica anche quanto realizzato con gli investimenti pubblici>>.

 

 

<<Piena soddisfazione per la sinergia tra Regione Toscana, Infratel, Comune di Porcari e Tim – gli fa eco Guido Citerni, responsabile Relazioni Esterne di Infratel – una collaborazione che ha permesso di connettere alla banda Ultralarga le abitazioni, le aziende e gli uffici pubblici del comune toscano. Un importante risultato che premia il complesso lavoro nelle cosiddette aree bianche. Porcari è stato il progetto pilota cha ha aperto la strada ad una proficua collaborazione a livello nazionale fra le parti in gioco>>. 

 

 

Soddisfazione anche da parte dell’Assessore Regionale Vittorio Bugli con delega a Sistemi informativi, strutture tecnologiche, e-government, sviluppo della società dell’informazione : <<Una connessione ultraveloce ad internet vuol dire, per le aziende, essere più competitive e avere la possibilità di entrare nell’industria 4.0. Significa offrire alle imprese un vantaggio, se invece arriviamo tardi rischiamo di frenarle. La connessione ultra veloce ha anche l’effetto di rendere più semplice la vita ai cittadini che scelgono di restare o di tornare a vivere in campagna, potendo però restare connessi al resto del mondo grazie ai servizi on line, o potendo dialogare con la pubblica amministrazione seduti in salotto o col proprio telefonino. Per questo la banda ultralarga è tra le opere pubbliche più importanti per la nostra Regione e contribuisce alla competitività e allo sviluppo dei territori. Ed è per questo che, su questa infrastruttura, stiamo investendo, per un valore di opere, circa 170 milioni di euro. La Toscana è stata tra le prime Regioni ad investire per abbattere il digital divide>>.

Fonte: Lo Schermo

Advertising
Advertisements