Altopascio, riparte in sicurezza l’asilo nido: riduzione del 45 per cento sulle tariffe per le famiglie

da
Advertising

ALTOPASCIO, RIPARTE IN SICUREZZA L’ASILO NIDO: RIDUZIONE DEL 45

PER CENTO SULLE TARIFFE PER LE FAMIGLIE

Altopascio, 29 agosto 2020 – Si torna all’asilo nido ad Altopascio: il nido comunale “Primo Volo” riparte ufficialmente il 7 settembre, in sicurezza, con lo stesso numero di bambini (fascia 0-3) degli anni passati e gli stessi servizi, tempo prolungato compreso. Restano ferme anche le tariffe, più basse del 20 per cento rispetto alla media regionale, con una novità importante: il comune di Altopascio ha ottenuto 70mila euro di fondi governativi per abbassare ulteriormente le rette, così da garantire alle famiglie di poter contare su una riduzione del 45 per cento sul costo mensile del nido per tutto l’anno: da settembre a dicembre 2020 e da gennaio a luglio 2021.

“In un clima di incertezza nazionale noi abbiamo lavorato incessantemente con l’ufficio servizi educativi e con la cooperativa che gestisce il nido comunale per ripartire a settembre in piena sicurezza e garantire ai bambini e alle loro famiglie un servizio efficiente e attivo al 100 per 100 – spiegano il sindaco, Sara D’Ambrosio e l’assessore alla scuola, Ilaria Sorini -. Abbiamo svolto un gran lavoro e di questo ringraziamo gli uffici e gli educatori del nido. Abbiamo deciso di investire risorse ulteriori nell’organizzazione degli spazi, con arredi e attrezzature che rendano ancora più sicuro l’ambiente per i bambini e per chi ci lavora. Le famiglie devono poter contare su servizi comunali di qualità, soprattutto per quanto riguarda l’educazione e la crescita dei propri bambini: per noi è importante che nessuno mai debba trovarsi nella condizione, soprattutto le donne, di dover scegliere tra il lavoro e la gestione dei figli. Ecco perché l’obiettivo che ci siamo dati è molto semplice: garantire lo stesso servizio, mettere al centro la qualità e farci noi carico, come amministrazione comunale, delle spese necessarie per la sicurezza legata al Covid-19. Ci teniamo a sottolineare, inoltre, altri due aspetti. Il primo riguarda il personale del nido: gli educatori stanno facendo i test sierologici, confermando la serietà e la responsabilità di ognuna di queste persone. Il secondo aspetto riguarda la misurazione della temperatura all’ingresso: abbiamo deciso di misurare la febbre ogni giorno ai bambini e al personale, come elemento di ulteriore garanzia anche per gli stessi genitori”.

Il nido comunale “Primo Volo” ripartirà con tutti e 48 i bambini. Lunedì 31 agosto entrerà in servizio il personale per gestire gli ultimi ritocchi e per effettuare i colloqui individuali con i genitori. Il lunedì successivo, invece, 7 settembre, sarà la volta dei bambini già presenti lo scorso anno: per loro ci sarà una settimana di ri-ambientamento dopo tanti mesi lontani dal nido. Il 14 settembre, invece, il nido sarà a pieno regime, con l’ingresso dei nuovi iscritti. Il servizio mensa partirà il 10 settembre, così da diventare parte integrante dell’ambientamento per i piccoli frequentatori del “Primo Volo”. Sul fronte spazi/sicurezza l’amministrazione D’Ambrosio ha investito risorse per riorganizzare gli ambienti: mobili e divisori per gli interni; ombreggianti, divisori in legno e gazebo per l’esterno, per un totale di 15mila euro. Infine, l’amministrazione comunale mette a disposizione delle famiglie, anche per il 2020/2021, i buoni servizio della Regione Toscana (per un valore di circa 50mila euro), che permettono ai genitori di abbattere i costi degli asili nido privati accreditati e convenzionati nel territorio comunale e in quelli confinanti.

Advertising
Advertisements

Leave a Reply

Your email address will not be published.