Libri in bottega: ad Altopascio i libri della Biblioteca si possono prendere in prestito anche direttamente nei negozi del territorio

da
Advertising

LIBRI IN BOTTEGA: AD ALTOPASCIO I LIBRI DELLA BIBLIOTECA SI POSSONO PRENDERE IN PRESTITO ANCHE DIRETTAMENTE

NEI NEGOZI DEL TERRITORIO

“Un modo per incentivare la lettura, per diffondere la cultura e per supportare il nostro commercio locale”

Altopascio, 11 novembre 2020 – I libri della Biblioteca comunale arrivano nelle botteghe di Altopascio: un modo gratuito per diffondere la lettura e sostenere i negozi e le attività commerciali del paese, centro e frazioni. Si chiama “Libri in bottega – La lettura non si ferma” ed è il nuovo progetto, del tutto inedito, promosso dall’amministrazione D’Ambrosio, insieme con la Biblioteca comunale “A. Carrara”, che ha già raccolto ben 45 adesioni da parte dei negozi del territorio.

L’avvio dell’iniziativa è fissato per lunedì prossimo, 16 novembre.

“Attualmente in Biblioteca è possibile venire, su prenotazione, per ritirare i libri ordinati, ma non è prevista la consultazione o la lettura direttamente in sede – spiegano gli assessori, Martina Cagliari e Adamo La Vigna -. Con i dipendenti della Biblioteca ci siamo messi a pensare come poter comunque salvaguardare e incentivare la cultura, unendo anche uno scopo positivo e di supporto per il nostro commercio locale. “Libri in bottega”, infatti, unisce proprio questi due aspetti: da una parte promuove la bellezza e il valore della lettura e dall’altra crea un meccanismo per cui le persone possono andare a prendere i libri in prestito anche direttamente nei negozi, unendo così il semplice ritiro della busta con i libri alla possibilità di un acquisto nelle nostre botteghe, che hanno bisogno di supporto e attenzione. Il tutto secondo protocolli di sicurezza e nel rispetto delle normative del Dpcm. I libri arriveranno nei negozi del centro di Altopascio e delle frazioni: hanno aderito tutti i settori merceologici, da quelli di vendita al dettaglio a quelli di somministrazione, attività artigianali comprese, per un totale, per il momento, di 45 attività commerciali. Chi vuole può continuare a venire a ritirare i libri in Biblioteca, ma chi, magari per comodità o per piacere della novità, preferisce recarsi in negozio, avrà la possibilità di farlo. Il filo conduttore è sempre lo stesso: fare squadra e creare una rete solidale di promozione e supporto a chi sta pagando più di altri gli effetti economici del Covid-19. Per questo motivo rivolgiamo un grande ringraziamento ai commercianti per rispondere sempre in modo positivo alle varie iniziative che stiamo organizzando”.

Come funziona? Chiunque può consultare il catalogo dei libri presenti nella Biblioteca di Altopascio collegandosi al portale www.bibliolucca.it: una volta dentro è opportuno cliccare sulla sezione “Altopascio”. Si aprirà il catalogo e la persona sceglie quali volumi vuole chiedere in prestito. A quel punto, una volta scelto il libro (o i libri), il cittadino dovrà chiamare la Biblioteca al numero 0583.216280. A quel punto sarà il personale della Biblioteca a comunicare al cittadino in quale bottega poter andare a ritirare il libro.

Le attività commerciali che vogliono aderire al progetto possono mandare un’email all’assessore alla cultura, Martina Cagliari: m.cagliari.

Advertising
Advertisements

Leave a Reply

Your email address will not be published.