Suolo pubblico gratuito fino al 30 giugno, prorogabile anche in vista dell’estate

da
Advertising

SUOLO PUBBLICO GRATUITO FINO AL 30 GIUGNO, PROROGABILE ANCHE IN VISTA DELL’ESTATE

L’amministrazione D’Ambrosio proroga la misura per sostenere le attività economiche più colpite dal Covid-19. Altri interventi in vista.

ALTOPASCIO, 17 marzo 2021 – Suolo pubblico gratuito fino al 30 giugno, prorogabile anche per l’estate. L’amministrazione D’Ambrosio estende la gratuità del suolo pubblico per altri tre mesi, per poi riaggiornare la misura anche in vista della stagione estiva. I commercianti, gli artigiani, gli ambulanti non dovranno quindi pensare al pagamento di questa imposta.

La gratuità, che a livello nazionale è attualmente prevista fino al 30 marzo, riguarda i titolari di concessioni e/o autorizzazioni di suolo pubblico, anche temporanee o stagionali, esercenti in commercio in sede fissa (settore alimentare e non alimentare) e ambulante su posteggio, compresi i cosiddetti “spuntisti”, nonché per lo svolgimento di attività artigianali e di somministrazione di alimenti e bevande.

“Con questa misura andiamo a riproporre i contenuti delle precedenti ordinanze, fatte nel 2020, in materia di suolo pubblico ed estendiamo il periodo di gratuità fino al 30 giugno prossimo – spiegano il sindaco, Sara D’Ambrosio e l’assessore al commercio, Adamo La Vigna -. A livello nazionale, infatti, il suolo pubblico gratuito è previsto fino al 30 marzo: non sappiamo se la misura verrà replicata, in ogni caso, in questo vuoto normativo, noi vogliamo dare un segnale chiaro alle attività produttive, commerciali e artigianali, e agli operatori del mercato del nostro territorio. E cioè: il Comune di Altopascio è al vostro fianco, per supportarvi nella ripartenza del vostro lavoro, quando sarà nuovamente possibile consumare al tavolo, stazionare nelle aree pubbliche o girare con maggior tranquillità e meno restrizioni. In questo momento, infatti, è importante che ogni cittadino faccia la propria parte e rispetti le regole. Ma a chi lavora tutti i giorni è doveroso dare una prospettiva: questa ordinanza va letta proprio in questo modo. Siamo tra i pochi a farla, non spetterebbe ai sindaci, ma ai livelli superiori, però, in attesa di capire cosa vorrà fare il Governo al riguardo, noi ci siamo portati avanti e diamo ai commercianti, agli artigiani, agli ambulanti, agli spuntisti di organizzare e programmare il proprio lavoro per i mesi a venire, soprattutto in vista della stagione primaverile e poi estiva. Come per l’anno scorso, inoltre, anche quest’anno è possibile estendere gratuitamente il suolo pubblico nei pressi della propria attività: questo lo possono fare coloro che hanno già il suolo pubblico, andando ad aggiungere nuovi tavolini, oppure chi non ce l’ha, andando ad occupare un’area ex novo”.

“In questo modo – concludono – aiutiamo questi settori a ripartire con il lavoro e a farlo in sicurezza. E a farlo non saranno solo gli esercizi di somministrazione, ma anche i negozi di vendita al dettaglio: anche loro avranno la possibilità di sfruttare lo spazio esterno. Sempre sul versante commerciale, inoltre, siamo al lavoro con gli uffici, in particolare con il Suap e con l’ufficio tributi, che ringraziamo per l’attenzione, la puntualità e l’impegno, per prevedere nuove misure economiche da destinare ai settori che stanno pagando maggiormente gli effetti economici della pandemia”.

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.