Altopascio.info Cronaca locale in tempo reale

Tag archive

squadra mobile

Si sono costituiti gli aggressori dell’operaio

da

Si sono costituiti in Questura a Lucca gli aggressori di Marco Sanguin, 38 ani, originario di Barga, ex imprenditore, attualmente dipendente di una ditta della Piana, rimasto coinvolto in un violento alterco all’alba di giovedì ad Altopascio. Si tratta di due ragazzi di 24 anni, uno residente a Pescia, in Valdinievole e l’altro invece nella cittadina del Tau. Gli agenti della Squadra Mobile però li…

Continua a leggere

Occupano appartamenti di un condominio per spacciare droga

da

Avevano individuato un condominio abbandonato nei pressi della stazione ferroviaria di Altopascio,  praticando un foro in una parete che poi coprivano per non essere visti, 3 nordafricani si erano impossessati di un paio di appartamenti, utilizzati sia come dimora, nel più completo degrado ma anche come base operativa per lo spaccio di stupefacenti. Brillante operazione della Squadra mobile di Lucca  e della polizia municipale altopascese.…

Continua a leggere

Sottrae figlio alla ex moglie a cui era stato affidato poi lo riconsegna

da

Non si accontentava di vedere suo figlio una tantum. Così un 40 enne residente ad Altopascio ed in rapporti burrascosi con l’ex coniuge, è stato denunciato dalla Polizia per violazione di domicilio e mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice. Il padre ha approfittato dell’assenza dell’ex moglie e, in un giorno non consentito dal Tribunale, ha preso il figlio, che poi si è portato via. La…

Continua a leggere

Camorra: arrestato dopo 16 anni di latitanza Michele Zagaria, superboss dei Casalesi

da

Il blitz è stato effettuato stamattina alle 11.30 presso un fondo agricolo di via Mascagni, traversa di via Crocelle, campagna di Casapesenna (Caserta). L’operazione è stata portata avanti dalla squadra Mobile di Caserta coordinata dal pool di magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Napoli. Finalmente l’ultimo boss latitante della clan dei Casalesi, il 53enne Michele Zagaria, detto “capastorta”, è stato arrestato. Un operazione eccellente, era infatti…

Continua a leggere

Adesso si cerca il 4 componente del gruppo che avrebbe “pestato” Bonanni

da

Alberto Bonanni, il musicista di 29 anni aggredito la scorsa settimana nel quartiere Monti è ancora in coma, intanto si sono svolti gli interrogatori di garanzia dei fermati. “Non volevo, sto pregando perchè non muoia». Così Carmine d’Alise, 21 anni,  dice al gip durante l’interrogatorio di garanzia. Christian Perozzi, l’altro ragazzo arrestato ha invece detto: «Siamo intervenuti per difendere Massimiliano, un amico pittore che abita…

Continua a leggere

Operazione Megaride: indagato Vittorio Pisani, capo della Squadra Mobile di Napoli

da

Anche nelle migliori famiglie esiste una “pecora nera”: il capo della squadra mobile di Napoli, Vittorio Pisani, è indagato con l’accusa di favoreggiamento nei confronti dei titolari di un ristorante, nell’ambito di un’inchiesta della Dia nei confronti di affiliati al clan Russo. Lo ha confermato all’ Ansa il Procuratore di Napoli Giovandomenico Lepore. La Direzione Investigativa Antimafia del capoluogo partenopeo, con la collaborazione dei Carabinieri…

Continua a leggere

Omicidio Romanini: ai domiciliari due Carabinieri di Camaiore

da

Lucca,  continuano le perquisizioni all’interno della stazione dei Carabinieri di Camaiore. La Squadra Mobile di Lucca avrebbe già notificato l’arresto di un  maresciallo comandante della stazione ed un brigadiere. Secondo indiscrezioni l’ipotesi di accusa riguarderebbe l’omissione di atti d’ufficio in relazione all’omicidio Romanini, l’imprenditore ucciso nel febbraio scorso. Sembra che in queste ore i due militari siano già stati tradotti agli arresti, domiciliari, l’accusa  sarebbe quella…

Continua a leggere

Arezzo, ancora una vita spezzata

da

Arezzo, stamane una giovane donna, italian, ospite di una casa famiglia, si e’ presentata all’ospedale San Donato di Arezzo tenendo in braccio il figlio di appena due anni che non dava segni di vita. La ventenne, accompagnata da una suora dell’istituto dove vive da circa un anno,  pare che  intorno alle 7 si sia rivolta ai sanitari.Purtroppo per il piccolo non c’èra niente da fare…

Continua a leggere