Marchetti critica la provincia sul torrente Pescia

da
Advertising

ALTOPASCIO – Nel 2000 e 2001 le alluvioni gravi furono qulle del torrente Pescia in località Saretti e alla Ralla, nel comune di Altopascio. Il sindaco di Altopascio Marchetti se le ricorda bene. Ora si parla del Serchio ma il primo cittadino del Tau accusa la Provincia: “Mancanza di interventi di ripristino sul torrente Pescia di Collodi nonostante i ripetuti eventi atmosferici negativi nell’ultimo biennio e carenza di coordinamento unitario per la manutenzione straordinaria”. Il sindaco di Altopascio (nel cui territorio scorre il fiume Pescia) e consigliere provinciale dell’opposizione Maurizio Marchetti lancia il suo “j’accuse” nei confronti di Palazzo Ducale e lo fa attraverso un’interrogazione in cui chiede spiegazioni al presidente Baccelli: “In un documento ufficiale del Consorzio di Bonifica del Padule di Fucecchio – spiega Marchetti – si precisa che Palazzo Ducale, nonostante le richieste dell’ente consortile, non ha stipulato una convenzione analoga a quella siglata con la Provincia di Pistoia che ha permesso un notevole risparmio e la sicurezza di interventi continuativi. Sul Pescia di Collodi si è venuta a creare una situazione anomala: fermo restando la manutenzione ordinaria eseguita dallo stesso Consorzio su tutto il corso d’acqua, per gli altri interventi manca una regia unitaria. Chiedo trasparenza – aggiunge Marchetti – visti i disastri e i disagi recenti con il Serchio e le circa 200 frane sul territorio provinciale, con gravi danni per i cittadini e per il sistema economico lucchese. Emerge comunque – conclude il consigliere provinciale PdL – che la Provincia di Lucca ha avuto scarsa attenzione per la prevenzione”.
Massimo Stefanini

Advertising