Rotatoria a Turchetto, mancano i soldi. Sopralluogo dei politici in loco

da
Advertising

Due soluzioni per la rotatoria al Turchetto, sulla Romana Lucchese, anche se c’è difficoltà a reperire le risorse finanziarie (tra i 200 e i 300 mila euro) per realizzarla. E’ in estrema sintesi quanto emerso dal sopralluogo sul posto di ieri mattina da parte degli assessori ai lavori pubblici degli enti interessati, quello di Palazzo Ducale Emiliano Favilla, di Altopascio Silvano Boni, Piero Franceschini per Porcari, Luca Galligani per Montecarlo, rappresentata anche dal sindaco, Vittorio Fantozzi (il quale ha fatto presente anche la situazione nei pressi della Asl, con automobilisti che sfrecciano a notevole velocità). Tutti concordi nell’affermare la necessità di una rotonda che limiti la pericolosità dell’incrocio tra la Romana e le direttrici che proseguono sia verso Porcari che in via di Micheloni, in direzione Montecarlo; un luogo dove in passato si sono verificati incidenti gravi e persino mortali. Inoltre, per immettersi sull’arteria principale, ad elevatissima densità di traffico, i veicoli che arrivano dalle traverse laterali rimangono spesso bloccati per minuti (soprattutto nelle ore di punta) e ciò arreca danni all’ambiente. I tecnici provinciali elaboreranno una progettazione di massima, mentre quelli municipali dovranno verificare le compatibilità urbanistiche e procedere ad eventuali espropri. La rotatoria, del diametro di 50 metri circa, potrebbe essere posizionata prima del supermercato Pam (arrivando da Altopascio) oppure dopo, in adiacenza, alla fine di via di Tappo. In ogni caso, l’opera rimarrà interamente nel territorio comunale della cittadina del Tau. Favilla ha ricordato: “Mancano i fondi per il momento, speravamo in un finanziamento generale per il riordino completo della viabilità della Piana ma non è arrivato”. Il sindaco di Montecarlo ha proposto: “In Garfagnana qualche intervento lo avete fatto, cerchiamo di creare un progetto concreto e con il consenso di tutte le istituzioni coinvolte, andremo a trovare i soldi”.

Massimo Stefanini

Advertising