Progetto Altopascio diserta il consiglio comunale

da
Advertising

Clamorosa forma di protesta del gruppo consiliare all’opposizione “Progetto Altopascio”, formato da Luigi Remaschi, Francesca Pieretti, Cinzia Gioè, Gianfranco D’Alessandro, Maurizio Orazzini. Per domani, sabato 13 marzo alle 9, è convocato il consiglio comunale nella sala di piazza Ospitalieri (nella foto). La seduta sarà però disertata in massa dalla suddetta coalizione. I motivi del dissenso li spiega il capogruppo, Luigi Remaschi: “Avevamo chiesto per diverse volte di evitare di programmare il civico consesso nella giornata di sabato, quando alcuni di noi hanno problemi familiari o di lavoro. Esigenza che era stata fatta presente già in alcune circostanze nel recente passato. Per l’ennesima volta – continua Remaschi – le nostre richieste sono rimaste lettera morta. Inutile anche partecipare alla riunione dei capigruppo. La decisione, infatti, sulla data e sul giorno in cui svolgere il consiglio, sembra calata dall’alto e insindacabile. La maggioranza continua imperterrita in questi atteggiamenti. Se e così preferiamo onorare i nostri impegni personali e professionali”. Durissimo dunque Remaschi. Per la minoranza saranno presenti solo Mario Sarti e Matteo Tori. Fulvio Cecchi, come da noi anticipato, costituisce un nuovo gruppo, formato da lui stesso, quello dell’UDC. All’ordine del giorno la bozza di statuto e di convenzione quali atti costitutivi della Società della Salute, comunicazioni, interrogazioni. Tra queste anche quella di Sarti e Tori sul regolamento urbanistico, ferma da più di 30 giorni per la quale i due hanno chiesto l’intervento del Prefetto. In discussione anche l’interpellanza di Sarti sull’utilizzo dei telefoni cellulari in dotazione agli assessori.

Massimo Stefanini

Advertising