Furto al bar della stazione

da
Advertising

Furto al bar della stazione ferroviaria di Altopascio, in via Regina Elena, nella notte tra venerdì e sabato. Trafugato il denaro contenuto all’interno delle macchinette dei videogiochi: il bottino ammonta ad alcune migliaia di euro. I malviventi hanno agito a colpo sicuro, disinteressandosi della cassa e del computer sul banco, dove il titolare, Marco Bindi, controlla gli itinerari dei treni per la vendita dei biglietti. I soliti ignoti sono penetrati all’interno del locale attraverso la porta che è collocata sul versante dei binari. L’ingresso principale, dalla parte del parcheggio, infatti, è illuminato, mentre dall’altra parte, la zona in piena notte è deserta. I ladri, utilizzando probabilmente un piede di porco, sono riusciti ad entrare e, nonostante l’attivazione del sistema d’allarme, si sono messi a sventrare sul posto le apparecchiature elettroniche, forse anche per la difficoltà a portarle via: un furgone infatti non sarebbe mai potuto entrare sul retro dello stabile che si affaccia sulle rotaie. Con calma olimpica si sono impossessati delle monete per fuggire nel nulla. “Ho già fatto presente alle forze dell’ordine e al comune che in questo luogo serve maggiore sicurezza – commenta Marco Bindi – e a questo punto credo che sarebbero necessarie le telecamere per la videosorveglianza, del resto le hanno installate in tutto il paese”. Tra l’altro il bar in questione, dopo essere rimasto chiuso per molto tempo, ha ufficialmente riaperto i battenti lo scorso primo marzo. Dopo venti giorni già un colpo, effettuato forse da professionisti. Sull’accaduto indagano i carabinieri della stazione di Altopascio.

Advertising