Furto da 20 mila euro alla Mobilpesca di Altopascio

da
Advertising

Ennesimo furto ad Altopascio ai danni di aziende o di attività produttive. Nella notte tra martedì e mercoledì, i soliti ignoti si sono impadroniti di alcuni pancali di gamberoni all’interno della ditta Mobilpesca, leader nel settore dell’importazione e della lavorazione del pesce congelato, punto di riferimento per coloro che lavorano nella grande distribuzione e del commercio all’ingrosso. Lo stabilimento altopascese è ubicato in via della Sibolla, nella zona industriale di Altopascio, a breve distanza dal casello autostradale. Il bottino, secondo una prima stima, si aggirerebbe sui ventimila euro, ma sono in corso ulteriori verifiche. I malviventi, dopo aver forzato una porta dell’edificio, sono riusciti a penetrare all’interno della struttura, prendendo di mira i prodotti pregiati. Secondo le prime indagini delle forze dell’ordine, si dovrebbe trattare di una banda molto bene organizzata. Il prodotto in questione, infatti, è particolarmente delicato e facilmente deperibile. Non avrebbe potuto, ad esempio, essere caricato su una vettura qualsiasi o su un normale furgone, ma servivano dei camion con le apposite celle frigorifere per la conservazione del pesce a determinate temperature. E’ possibile che la gang in azione nella cittadina del Tau, voglia poi rivendere la merce ma saranno le indagini, a 360 gradi, a cura dei carabinieri, a fare luce su questo clamoroso colpo notturno ad Altopascio. Purtroppo continuano gli episodi di criminalità in zona: negli ultimi giorni diverse la razzie perpetrate ai danni di bar (è accaduto sia nella frazione di Badia Pozzeveri che nel capoluogo, alla stazione ferroviaria) e negozi.

Advertising