Spacca a pugni l’auto del comune

da
Advertising

Momenti di tensione a Montecarlo quando un uomo di 54 anni, P.L. le sue iniziali, in preda ad un raptus, ha cominciato ad inveire nei pressi del palazzo municipale. Amici, parenti e conoscenti, compreso il sindaco Vittorio Fantozzi ed altri dipendenti dell’ente di via Roma, si sono adoperati per calmarlo, in collaborazione con gli addetti dei servizi sociali del comune che lo hanno accompagnato a casa, in località Fornace, dove vive con la famiglia. Una volta arrivati all’appartamento dell’uomo, quest’ultimo ha preso a pugni e addirittura sfondato il cristallo della Fiat Punto di proprietà comunale, ferendosi in modo non grave. Nel parapiglia ha riportato leggere abrasioni anche un agente della polizia municipale montecarlese intervenuta sul posto anche con il comandante Roberto Missorini e in collaborazione con i carabinieri di Altopascio coordinati dal maresciallo Scino. Attraverso il 118 è giunta sul luogo un’ambulanza della locale Misericordia che ha trasportato precauzionalmente il cinquantaquattrenne all’ospedale di Lucca per accertamenti e per garantire assistenza sanitaria adeguata. Le ragioni di questo comportamento sono ancora al vaglio dei medici. Preoccupati i familiari e i vicini di casa. P.L. è sposato, ha tre figli ancora in età scolare e lavora in una grande azienda della Piana di Lucca. In teoria tutto nella piena ed assoluta normalità. Nel frattempo da segnalare anche un altro episodio di cronaca nera verificatosi però ad Altopascio la notte scorsa. I soliti ignoti si sono divertiti ad appiccare il fuoco ad una vettura in via delle Cerbaie: il veicolo è rimasto completamente distrutto dalle fiamme.

Advertising