Medici specialisti alla Misericordia di Altopascio

da
Advertising

Possibili cambiamenti in vista per la sede della Misericordia di Altopascio, in via Marconi. Oltre a necessari e improcrastinabili lavori di manutenzione, già programmati, l’immobile ubicato accanto allo stadio avrà qualche straordinario ritocco (niente ampliamenti comunque) per la dislocazione dei locali del piano superiore. Tutto ciò per un motivo fondamentale: l’obiettivo dell’Arciconfraternita è quello di ospitare medici specialisti (ad esempio oculisti, ortopedici ed altri), per rendere un servizio alla collettività. I cittadini infatti eviterebbero di recarsi a Lucca e soprattutto per gli anziani, spesso alle prese con problemi di trasporto, sarebbe davvero una soluzione ottimale. La conferma arriva dal sindaco, Maurizio Marchetti il quale però svela anche un retroscena: “Per raggiungere lo scopo bisogna prima dotare la struttura di ascensori, altrimenti sarà difficile. Avere nella nostra cittadina dottori che possano curare patologie specifiche può rappresentare sicuramente un fatto positivo. Non penso che vi saranno aumenti di superficie e di volumi, solo ritocchi logistici, funzionali alle nuove esigenze”. Il Governatore dell’associazione no profit, Giovacchino Tonini, nel comunicato che ha informato sull’approvazione del bilancio, ha parlato anche di possibili novità per il parco automezzi che potrebbe essere arricchito di nuovi veicoli. Del resto i conti sono in ordine. Il bilancio 2009 ha chiuso con un risultato utile di 127.309 euro contro i 4.986 euro dell’esercizio precedente. E’ quanto presentato e approvato all’assemblea dei soci: l’andamento della gestione operativa ha dunque confermato e incrementato il trend positivo. Complessivamente i ricavi e proventi sono aumentati del 25 per cento rispetto all’anno precedente. Il positivo andamento è confermato nei primi mesi di quest’anno: al 31 marzo, il numero dei servizi effettuati era pari a 2.165, con un ulteriore incremento del 2.3 per cento. Sono aumentati anche i servizi erogati nei confronti del comune. Insomma, dopo ricorsi e battaglie legali per il diritto di voto che doveva rinnovare il nuovo direttivo, vicenda che si è trascinata per mesi, finalmente una buona notizia per la Misericordia di Altopascio.

Advertising