Turista derubata a Montecarlo, sindaco la ospiterà a sue spese

da
Advertising

Una specie di risarcimento morale, per dimostrare che l’Italia, la Toscana e in particolare il comune di Montecarlo, (14 chilometri quadrati a cavallo fra Lucchesia e Valdinievole) non devono essere ricordati o associati ad un furto. Così il sindaco del paesino lucchese, Vittorio Fantozzi, PdL, il più giovane della provincia di Lucca con i suoi 32 anni, eletto nel 2009 con il 66 per cento dei consensi, ha deciso di invitare a sue spese la turista americana che nei giorni scorsi è stata derubata di denaro, telefono cellulare, valigia e passaporto dai soliti ignoti che forzarono la portiera dell’auto con cui era arrivata nel borgo medievale fondato da Carlo IV di Boemia, per assistere alla mostra del vino, rassegna che si svolge ogni anno nei primi giorni di settembre. Spariti pure i bagagli che la donna si era portata dietro visto che avrebbe dovuto ripartire per la Grecia. “Attendo la mail di conferma dalla giovane statunitense – conferma il primo cittadino di Montecarlo – in modo tale che quando vorrà, in qualsiasi periodo, la ospiterò volentieri a carico mio, ma questo è il minimo. Voglio mostrarle le bellezze della mia terra, per rimuovere il disagio da lei subito, per modificare l’imprinting negativo, se così possiamo dire, del suo primo impatto con la nostra realtà. La fiera enologica – conclude Fantozzi – è il nostro biglietto da visita per una comunità che vi si impegna in tutti i suoi 4500 abitanti, dove non vi sono problemi di sicurezza, ma solo episodi isolati e sporadici. Non potevo permettere che la nostra immagine venisse sciupata in quel modo”. La sfortunata protagonista del fatto di cronaca è attesa a braccia aperte.

Advertising