La Bronzini si impone ad Altopascio nella seconda tappa del giro di Toscana femminile di ciclismo, paura per una caduta

da
Advertising

Sono serviti 20 minuti di esame di ogni singolo “frame” del fotofinish per sancire il terzo successo altopascese per Giorgia Bronzini (la piacentina si era imposta sul traguardo di corso Cavour anche nel 2005 e nel 2009), nella seconda tappa del Giro di Toscana internazionale femminile di ciclismo, a cura di Brunello Fanini. Tutto ciò passa però in secondo piano rispetto alla disavventura di Claudia Hausler, tedesca, 25 anni, della Cervelo Test Team, caduta dopo pochi chilometri dal via a Porcari, in prossimità di una rotonda. Come riportiamo in cronaca le sue condizioni, valutate dai medici dell’ospedale di Lucca, sono stazionarie per un forte trauma cranico. Ritornando allo sport, corsa viva, premondiale a tutti gli effetti e test probante in vista della rassegna iridata in Australia. La salita di Montecarlo opera la prevista selezione, con il plotone che si sfalda in cinque gruppetti. All’inizio del circuito di Altopascio scatto di Valentina Bastianelli della Fassa Bortolo: vantaggio massimo 1’ 15’’. Al suo inseguimento la tedesca Sarah Duster (Cervelo) che a tre giri dall’epilogo raggiungeva la marchigiana. Per la coppia al comando anche 2’07’’ di vantaggio sulle migliori che cominciavano a reagire e ricucivano il gap anche se la tedesca non si dava per vinta e cercava l’acuto solitario facilitata da una stanca Bastianelli. Ma anche la teutonica doveva cedere all’ultima tornata e nella volata a ranghi compatti la Bronzini in rimonta bruciava per pochi millimetri la Teutemberg che manteneva la maglia di leader. Oggi terza frazione, la Pontedera-Volterra, mentre sabato 18 si ritorna in Lucchesia con la Segromigno-Capannori di 100 chilometri, con probabile nuovo arrivo allo sprint.

Advertising