Due nuovi soci per la Toscopan? Ad ottobre riprende l’attività a pieno regime?

da
Advertising

Due soci italiani non appartenenti al settore della panificazione sarebbero disposti a fornire le garanzie necessarie alla Toscopan di Altopascio per poter essere ammessi alla procedura concorsuale del concordato preventivo. A breve il giudice deciderà. E’ la prima novità per lo storico panificio di Altopascio Toscopan, che da luglio ha ridotto notevolmente la produzione e che è dovuta ricorrere, per le difficoltà in atto, alla cassa integrazione a rotazione e alla mobilità per buona parte dei 130 dipendenti. Quest’ultimi, nei mesi scorsi hanno reclamato il mancato pagamento di alcune mensilità. Vi furono diverse manifestazioni di protesta. Scongiurato lo spettro del fallimento, c’è anche una seconda buona notizia per i lavoratori: secondo quanto dichiarato dal presidente della Regione Enrico Rossi in una conferenza stampa a Firenze, nelle prossime settimane, già nei primi giorni di ottobre, potrebbero arrivare spiragli positivi per il reintegro di tutti gli occupati, con la ripresa a ritmi normali dell’attività produttiva. Sempre in attesa che sia concesso il concordato e nella speranza che entrino i nuovo soci.

Massimo Stefanini

Advertising