Arrestato latitante che viveva ad Altopascio

da
Advertising

Aveva precedenti per furto, rapina, estorsione, sequestro di persona. Era uno dei latitanti più ricercati d’Italia, Giuseppe Scaletta, figura di spicca della criminalità veneziana ed è stato catturato dalla Squadra Mobile di Lucca in un maneggio di località Sibolla, nel comune di Altopascio dove aveva trovato lavoro e alloggio. Soddisfazione è stata espressa dal questore Santoro per la brillante operazione. Scaletta, 50 anni, originario della provincia di Palermo ma residente a Portogruaro (Venezia), pluripregiudicato, era evaso in modo rocambolesco il 18 febbraio 2010 dal penitenziario di Saliceta San Giuliano a Modena. Le ricerche erano state estese a tutto il territorio nazionale. I poliziotti si sono spacciati per veterinari dell’Asl lucchese fingendo di controllare i cavalli della struttura. Hanno riconosciuto Scaletta e lo hanno arrestato, traducendolo al carcere di San Giorgio. Non è emerso nessun coinvolgimento da parte dei titolari e degli altri addetti al maneggio, ignari che Scaletta fosse ricercato.

Massimo Stefanini

Advertising