Il Pd di Altopascio sulla cementificazione

da
Advertising

Riceviamo e pubblichiamo questo comunicato da parte del Pd di Altopascio del segretario Lazzarini (nella foto).

“Come sempre qualsiasi critica all’amministrazione di Altopascio, qualsiasi osservazione riguardo la mala gestione del territorio è liquidata sistematicamente come attacco disinformato, come mossa elettorale o, peggio ancora, con attacchi personali, come recentemente è accaduto al consigliere di minoranza Matteo Tori. Non è accettabile. Riguardo la cementificazione selvaggia, la politica del paesaggio inesistente, lo sfruttamento sregolato del territorio, la mancanza di infrastrutture congeniali ad un piano di edificazione non esistono, per l’amministrazione, alibi o giustificazioni. E’ sotto gli occhi di tutti il risultato della politica urbanistica di Altopascio, nessuna zona del comune si è salvata, anche le corti rurali e storiche del territorio si sono viste accerchiate da imponenti palazzoni da periferia di città ( es. corte Borgioli, corte Bartolini), senza alcun tipo di potenziamento delle infrastrutture e della rete viaria locale.

Noi del Partito Democratico di Altopascio ci vogliamo sottrarre dal metodo basso e anti-politico dell’attacco personale e dell’intimidazione. Auspichiamo a tal fine che gli esponenti di “Insieme per Altopascio” riconducano la polemica verso toni più pacati e degni del dibattito politico, porgendo le scuse a Tori dell’attacco gratuito apparso sulla stampa.

Noi del PD di Altopascio vogliamo che la discussione, per quanto serrata, non esca dai canoni della correttezza politica e che non vi siano in alcun modo episodi degni solo dei regimi antidemocratici perché il dibattito verta sui temi della nostra città, in maniera seria e utile, affinché i cittadini possano correttamente pervenire ad una propria idea, esprimerla senza timori e operare una scelta consapevole per il futuro ed il bene di Altopascio.

PD Altopascio.

Advertising