Arrestato per tentato omicidio

da
Advertising

Doveva scontare nove anni di reclusione per tentato omicidio, accusa gravissima risalente a fatti verificatisi dell’agosto del 2009. Per questo motivo Pietro Melodia, 21 anni, originario di San Marcellino, in provincia di Caserta ma dipendente come operaio in una ditta di Altopascio, è stato arrestato (finito poi ai domiciliari nella cittadina del Tau) dai carabinieri della stazione altopascese. Tutto ciò in esecuzione di una ordinanza di carcerazione emessa dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. Il giovane, quando si trovava nel suo paese di origine due anni fa, insieme ad un complice (successivamente condannato a 11 anni) aveva pestato a sangue un altro ragazzo per ragioni legate a donne contese. Una vendetta per ragioni sentimentali. In attesa della sentenza definitiva, gli era stato imposto l’obbligo di dimora in provincia di Lucca, obbligo che però l’uomo ha violato e quindi ciò ha provocato l’inasprimento della misura a suo carico ed è finito ai domiciliari. Sempre i carabinieri di Altopascio hanno deferito all’autorità giudiziaria Z.D. 31 anni, per simulazione di reato: dopo aver denunciato, il 4 gennaio 2009, lo smarrimento della carta di identità, rilasciata dal comune di Ardea (Roma), con lo stesso documento il 15 giugno 2009, stipulava un contratto telefonico e acquisiva una scheda Sim con la quale accedeva abusivamente a conti correnti postali on line.

M.S.

Advertising