Conferenza stampa del CCN, illustrate le prossime iniziative, si parte con Cioccotau

da
Advertising

Si parte con CioccoTau, in onore del cibo degli dei, il cacao, per proseguire con la kermesse del florovivaismo prima di Pasqua, mentre cambia il periodo della Notte Bianca, da luglio al 3 settembre. Presentate, nel corso di una conferenza stampa in municipio ad Altopascio, le prossime iniziative organizzate dal CCN, Centro Commerciale Naturale e dal comune. Come da noi anticipato, la festa della cioccolata andrà in scena sabato 19 e domenica 20 marzo, la Francigena in fiore sabato 9 e domenica 10 aprile. Le varie manifestazioni sono state illustrate dal sindaco Maurizio Marchetti, dall’assessore alle attività produttive Francesco Fagni, dal presidente del CCN Gabriele Perna e dal vice Luca Martinelli. Ciocco Tau, giunta alla quarta edizione, vedrà la partecipazione di 18 espositori provenienti da tutta Italia (oltre alla Toscana, Emilia, Umbria, Campania, persino dalla Sicilia, tanto per indicare qualche Regione), con gli stand, costituiti da gazebo con pedane, dislocati in corso Cavour. Si comincerà dalle ore 11 fino alle 20, dall’incrocio con via Casali (dove è previsto un ingresso, gli altri due in piazza Ricasoli alla porta dei Mariani e all’intersezione con via Regina Margherita) fino a piazza Tripoli. Chi entrerà riceverà un piccolo omaggio di cioccolata offerto dai tre produttori altopascese: le pasticcerie Montanelli, Rosamilia e Galantuomini. Chi vuole potrà lasciare un’offerta. Previste degustazioni, abbinamenti con i vini a cura dell’Ais, delegazione di Lucca con il delegato nazionale Leonardo Taddei. In sala dei Granai esposizione del pittore Carlo Pitoni di Pescia. La rassegna sul florovivaismo è confermata per il 9 e 10 aprile, quella sul pane il giorno 8 maggio, a sorpresa la Notte Bianca slitta da luglio al 3 settembre. Sia Marchetti che Fagni hanno espresso la loro soddisfazione: “I rapporti tra CCN e comune adesso sono ok, la collaborazione porta frutti positivi e proficui per la comunità. L’entusiasmo del nuovo direttivo è importante. Nello specifico, per la cioccolata, siamo ritornati alla convocazione dei produttori”.

Advertising