Furto da 100 mila euro in un calzaturificio

da
Advertising

Clamoroso furto la notte scorsa al calzaturificio e zoccolificio M.A.D.A. in località Fornaci, a breve distanza dalla provinciale Mammianese e praticamente di fronte ai laghetti Tuca Tuca di Marginone, frazione del comune di Altopascio. Secondo una prima stima, ancora oggetto di verifiche e di ulteriori accertamenti, il bottino ammonterebbe all’incirca a centomila euro. I soliti ignoti, approfittando del luogo abbastanza isolato, specialmente durante le ore notturne, hanno sfondato una porta di accesso allo stabile, dove viene effettuata la produzione ma anche custodita la merce all’ingrosso. I locali sono sprovvisti del sistema di allarme e i malviventi, evidentemente bene informati, si sono accaparrati circa cinquemila calzature estive di notevole qualità. per un valore approssimativo di diverse decine di migliaia di euro. E’ molto probabile che avessero a disposizione un furgone o un camion nel parcheggio adiacente alla ditta e che ci sia voluto anche molto tempo. Nessuno si è accorto di nulla. Sul posto si sono recati i carabinieri della stazione di Altopascio. I militari dell’Arma stanno raccogliendo informazioni utili alle indagini, attualmente in corso per cercare di risalire ai responsabili del colpo. L’impresa M.A.D.A. è molto apprezzata anche fuori dai confini altopascese. Il titolare è Marco Di Galante, conosciutissimo in zona per aver militato, negli anni Settanta ed Ottanta, nella squadra di calcio di Altopascio e per aver allenato, attaccate le scarpette al chiodo, anche il Marginone, sempre tra i dilettanti. Un furto che per l’entità finanziaria, è secondo solo a quello perpetrato nel magazzino di liquori di via Roma alcuni anni fa.

Massimo Stefanini

Advertising