Donne del Pd scatenate contro Marchetti: “La lettera per l’8 marzo solo propaganda elettorale”

da
Advertising

Serve una vera politica per le donne, non propaganda pre-elettorale. Le componenti del Pd altopascese criticano aspramente la lettera che il sindaco Marchetti ha inviato alle rappresentanti del gentil sesso. L’accusa? Manovra elettorale che, tra l’altro, costa anche alla comunità. In un comunicato si legge: “Qualunque strumento è utile per cercare di creare consenso e visibilità ad un sindaco ormai da troppo tempo presente sulla scena pubblica. In questo caso si dimostra particolarmente inadeguato: nella lettera, seppure il tentativo di recuperare l’elettorato femminile sia palese, non si fa alcun riferimento alle vicende terribilmente imbarazzanti che investono il centrodestra a livello nazionale e che fanno trapelare non solo una immagine delle donne ridotte ad essere un semplice oggetto per il divertimento e il piacere dei potenti, ma anche un vero e proprio modello culturale per le giovani generazioni, per cui nella vita si può avere successo e fama solo se si è belle e disposte a fare un certo uso del proprio corpo. La festa dell’8 marzo doveva avere altri modelli. Nella missiva – conclude la nota – si fa riferimento all’incremento dell’occupazione femminile, in che modo?”. Il 21 marzo assemblea pubblica aperta dove nascerà la Conferenza Permanente delle donne democratiche. Info pdaltopascio@libero.it .

Massimo Stefanini

Advertising