Mandroni ritira candidatura, Sarti favorito

da
Advertising

Franco Mandroni, 54 anni, assicuratore, ritira la sua candidatura a sindaco per il centrosinistra alle elezioni amministrative di Altopascio del 15 maggio. Mario Sarti sale in pole position e già nella riunione di domani sera potrebbe essere ratificata la sua investitura. Il segretario del Pd locale, Giorgio Lazzarini, ha tentato di conquistare l’obiettivo della cosiddetta coalizione allargata, ma il lungo inseguimento a Matteo Tori dell’Api ha avuto l’effetto contrario: “Avrei dovuto essere presentato il 26 febbraio, poi il 5 marzo, ora ulteriore rinvio – spiega durissimo Mandroni – per cercare di tirare in squadra Sarti e Tori. Alla faccia del rinnovamento tanto sbandierato. Se Altopascio vuole i soliti nomi, compreso Marchetti, lascio senza problemi. Ho fatto a meno della politica sinora – aggiunge Mandroni – posso continuare con questo modus vivendi. Fino a pochi giorni fa ero la persona giusta, poi qualcuno ha cambiato idea. Prima di sentirmi dire lunedì sera che sono esordiente o non adatto, mi faccio da parte per garantire la scena a quelli più esperti. Non voglio entrare nemmeno in lista e non andrò a votare per le comunali”. Sembra una scelta definitiva, figlia di una delusione profonda, anche se in politica mai dire mai. A questo punto, come detto, si pone anche un problema tempo. Entro il 15 aprile vanno presentati gli schieramenti. Lunedì il direttivo e l’assemblea della sinistra dovranno prendere atto della rinuncia di Mandroni ed entro pochi giorni sfornare il nome del nuovo candidato. A meno di intese in extremis tra Tori e Sarti, quest’ultimo, sostenuto dall’Idv, dovrebbe avere l’ok. Vedremo.

Massimo Stefanini

Advertising