Approvati il regolamento urbanistico e il bilancio

da
Advertising

Approvati, con il brivido, sia il regolamento urbanistico che il bilancio di previsione 2011 del comune di Altopascio. Sì, perché essendo usciti durante la discussione dello strumento di pianificazione diversi componenti della maggioranza, imitati dall’unico (in quel momento) esponente della minoranza, Maurizio Orazzini di “Progetto Altopascio”, per due volte il vicesegretario, dottoressa Paola Pistolesi, ha dovuto verificare il numero legale. Il civico consesso del Tau è formato da 21 consiglieri, la metà deve essere presente: con appena 11 rappresentanti, tutti della maggioranza, ha avuto semaforo verde il regolamento urbanistico. Il presidente dell’assemblea Elena Silvano, Massimo Scialoni e Mario Sarti avevano in precedenza messo a verbale che non avrebbero partecipato alla discussione e alla votazione: i primi due per evitare eventuali incompatibilità, Sarti per una vecchia questione di un ricorso al Tar sul piano strutturale. L’assessore alle attività produttive Francesco Fagni, ha illustrato il provvedimento parlando delle 224 osservazioni, delle zone agricole, del recupero fabbricati, del polo scolastico e della riduzione del corridoio infrastrutturale per il terzo lotto della circonvallazione. Alcuni degli estensori del regolamento, gli architetti Massetani e Flosi, hanno spiegato come quest’ultimo sarà efficace una volta pubblicato sul Burt, il bollettino ufficiale della Regione a 30 giorni dall’approvazione, quindi il 29 aprile o il 4 maggio. Il comune, attraverso una osservazione, dopo l’adozione, ha corretto gli errori formali, mentre altre osservazioni sono state presentate da Regione e Provincia. La prima è intervenuta sulla perequazione, sul dimensionamento (ad Altopascio in futuro niente alloggi senza servizi correlati, negozi di vicinato non superiori a 250 metri quadrati, rapporto fra abitanti e patrimonio edilizio uno su 90), sul disegno urbano: previste “ricuciture” per un migliore sviluppo urbanistico ed aree a verde. Palazzo Ducale ha voluto conoscere il dimensionamento in alloggi con il parametro del nucleo familiare medio altopascese composto da 2,6 persone. Le singole osservazioni dei cittadini raggruppate per tema. Infine ok al bilancio.

Massimo Stefanini

Advertising