Arrivano le minacce, complimenti per la sobria campagna elettorale

da
Advertising

Sarà per l’invidia. Ogni campagna elettorale è la stessa storia. Come la strega invidiosa di Biancaneva. Anche stavolta cominciano i veleni. Andiamo con ordine. E’ necessario fare chiarezza per alcuni lettori che ce lo chiedono. E’ vero, stranamente arrivano commenti di un certo tenore su articoli che parlano di altro. Il fatto poi di aver tolto un commento, quello del signor Carlo, è facile da spiegare: conteneva minacce e insulti. “Cambia tono” per me è una minaccia. “I tuoi articoli aiutano Marchetti e sono FUORVIANTI PER UN MIGLIAIO DI VISITATORI QUOTIDIANI DEL SITO” lede la mia dignità professionale. Quindi, per rispondere a Angelo Giulio di Marginone, saranno gli avvocati dell’Ordine dei Giornalisti (l’indirizzo IP per scoprire chi si cela dietro il nick name Carlo etc sarà consegnato alla polizia postale), ad occuparsi del signor Carlo. Anzi, spero che abbia gli attributi magari di presentarsi con nome e cognome. Mettetevi nella testa tutti che il sito non è il vostro scarica frustrazioni quotidiano: mi collego e vomito ingiurie così mi sfogo. Questo sito è come un giornale. Quando arrivano lettere minatorie nelle redazioni dei quotidiani, si avvisano le forze dell’ordine.

Rispondo volentieri anche ad altri che mi sottolineano che “polmone verde” non era tra vigolette. Sapete quanto volte una persona, per noi detta fonte, ci rivela cose a patto però che le diciamo noi ? Comunque questa è solo una precisazione. Se non era specificato bene il confine tra il mio pensiero (a me del parco di Chimenti non frega niente) o quello dell’assessore, ok, accetto la critica. Quello che non accetto è il “CAMBIA TONO” a mò di minaccia o gli insulti, tipo quello che i miei articoli vi fuorvierebbero. 

Massimo Stefanini

Advertising