Le botti di Montecarlo diventano polemica politica

da
Advertising

Galeotta fu la botte. Ma si sa, in un comune, Montecarlo, dove l’enologia la fa da padrona… Botti di rovere a pubblicizzare la vocazione dedicata a Bacco sono state sistemate vicino alla cartellonistica stradale. Poi alcune sarebbero state rimosse dal personale di servizio. Tutto ciò è diventato un caso politico. Alessandro Bernardi, per conto del gruppo consiliare di opposizione “Montecarlo è bellissima”, ha scritto al Prefetto ma anche alla polizia municipale per sapere chi ha dato disposizioni all’ubicazione delle botti: “Vogliamo che siano individuati – scrive Bernardi – gli eventuali responsabili del fatto che l’incauta collocazione avrebbe potuto causare un serio pericolo alla circolazione stradale e agli eventuali passanti se la stessa botte fosse stata abbandonata o gettata verso la discesa in direzione località Luciani. Inoltre chiediamo copia documentale dell’autorizzazione che ha consentito l’installazione sotto la segnaletica dei vari accessi al capoluogo”.

Advertising