Malesia: si conclude con un blitz della polizia il sequestro di 30 bambini in una scuola materna

da
Advertising

Malesia: si conclude con un blitz della polizia il sequestro di 30 bambini in una scuola materna Terrore, panico e shock, non ci sono altre parole per descrivere quello che in queste ore sta accadendo in una scuola materna della Malesia. Si apprende da edizioni online di stampa internazionale che un uomo armato machete e martello sta tenendo in ostaggio 30 bambini e alcuni insegnanti in un asilo di Johor. Le autorita’ locali fanno sapere di essere in trattativa con il folle ”per liberare i piccoli”. Secondo quanto scrive l’edizione online di The New Straits Times un bambino ”potrebbe essere morto”.Tra gli agenti della polizia accorsi sul posto ci sono alcuni cecchini pronti a sparare perché i negoziati con l’aggressore non avrebbero finora portato al rilascio dei piccoli. Mentre si scrive sembra che qualche minuto fa, dopo circa  7 ore  la polizia ha liberato i bimbi e gli insegnanti con  un blitz.

The Star riferisce che con l’uomo avrebbe parlato a lungo uno psichiatra: “E’ affamato e vuole qualcosa da mangiare”, ha detto il medico, aggiungendo che l’uomo e i bimbi si trovavano al secondo piano di un bungalow, teatro della  trattativa. Dopo il blitz l’aggressore è stato condotto in ospedale. La città di Muar non è nuova a casi analoghi infatti anche a marzo  dell’anno scorso di un caso analogo, avvenuto sempre in una scuola materna. Un uomo armato di coltello fece irruzione e bastonò ferocemente tre bambini di appena 6 anni.

Advertising