Intercettazioni: ddl, parere favorevole del governo, Giulia Bongiorno si dimette

da
Advertising

 

Intercettazioni: ddl, parere favorevole del governo, Giulia Bongiorno si dimette
Intercettazioni: ddl, parere favorevole del governo, Giulia Bongiorno si dimette

La legge Bavaglio è uno schiaffo alla democrazia e alla libertà di stampa, ed è anche un’offesa ai cittadini, che chiedono misure concrete contro la crisi economica e non bavagli all’informazione”

Vogliamo cominciare l’articolo così, con l’espressione del presidente del gruppo Idv alla Camera, Massimo Donadi. Ci sembra il modo migliore di riassumere quanto successo e quanto sta per succedere.

In un momento di crisi globale (non ci stancheremo mai di ribadirlo)e soprattutto italiana, chi ci governa non ha di meglio da fare se non pensare alla legge sulle intercettazioni. Si mettono a “lavorare” sopra un testo di legge che era già stato fatto oltre 2 anni fa, e approvato. Adesso viene stravolto.

Questo uno dei tanti motivi che hanno convinto Giulia Bongiorno a dimettersi dall’incarico di relatrice del ddl sulle intercettazioni.

Giulia Bongiorno (deputata Fli), presidente della commissione Giustizia della Camera, cede il posto a Enrico Costa, capogruppo del Pdl, eletto con i soli voti della maggioranza.

La Bongiorno lo aveva comunque già annunciato ieri, durante la conferenza del Terzo Polo che, se il testo portava ad un black-out delle informazioni, lei avrebbe dato le dimissioni. Così è stato e lei ha agito di conseguenza.

La legge bavaglio è stata votata dal governo.

L’emendamento del Pdl Costa-Contento prevede che siano vietate le pubblicazioni delle intercettazioni fino alla cosiddetta “udienza filtro”

Le opposizioni protestano, la Bongiorno si dimette. Il Pd lamenta di uno “strappo grave, e di dimostrazione del centro-destra di non aver intenzione ne di dialogare, ne di confrontarsi sul testo”. 

La Camera ha anche respinto le pregiudiziali di costituzionalità (presentate da Pd e Idv) al ddl sulle intercettazioni. Alla votazione che si è tenuta hanno vinto i no con 230 voti, contro 307 si. Come da previsioni, il Terzo Polo si è astenuto.

Intercettazioni: ddl, parere favorevole del governo, Giulia Bongiorno si dimette
Intercettazioni: ddl, parere favorevole del governo, Giulia Bongiorno si dimette

Advertising