Montecarlo, Michi: “Il piano sulle antenne va rivisto”

da
Advertising

Riceviamo e pubblichiamo dal capogruppo dell’opposizione di Montecarlo, Silvio Michi, questo comunicato: “Consigliamo vivamente al sindaco di Montecarlo di moderare il suo linguaggio, raccolto dagli articoli di stampa degli ultimi giorni e dalla lettera aperta ai cittadini in materia di piano della telefonia mobile, invitandolo ad essere meno arrogante e più sincero, perchè non sarà con gli insulti che potrà rassicurare la popolazione, giustamente preoccupata per l’evoluzione delle vicende legate al piano antenne per la telefonia mobile.

Finora la sua Amministrazione si è mossa nel segreto e nella disinformazione (a tutt’oggi, non consegnano gli atti del procedimento a chi li ha chiesti da oltre tre mesi), e la riunione pubblica del 19 ottobre, sia detto con tutto il rispetto dei tecnici della Polab che sono professionisti che hanno lavorato sulla base dell’incarico ricevuto dall’Amministrazione stessa, è paragonabile ad un convegno sui danni del fumo tenuto dall’associazione dei tabaccai. Le informazioni e le valutazioni emerse in un incontro che è stato una lezione e non un dibattito, infatti, avrebbero avuto un senso PRIMA dell’elaborazione e soprattutto dell’adozione del piano, come tra l’altro richiede la recente legge regionale che impone “trasparenza e partecipazione della popolazione residente”, nonché “consultazione dei comuni confinanti”. Prosegue invece, in perfetto stile sovietico, la tradizione di fare le cose e poi farle digerire ai cittadini, come già a suo tempo con la famosa commissione sul Palazzo Pellegrini-Carmignani che veniva sempre invitata a ratificare i fatti compiuti.

Quanto alle grottesche accuse di perseguire fini di guadagno privato o di strumentalizzare in modo bieco le paure per la salute pubblica, chiediamo ai cittadini di riflettere sul perché alla riunione del 19 ottobre hanno partecipato circa 70 persone contro le appena 7-8 di quella del 23 maggio. Sappiano tutti che il gruppo “Montecarlo è bellissima” non arretrerà e, oltre a proseguire quest’opera di informazione e sensibilizzazione, continuerà la sua battaglia per la revisione del piano anche alla luce di una legislazione regionale che è stata aggiornata proprio in questi giorni, e alla luce della quale il piano Polab, che continua a prevedere la possibilità di un’antenna a meno di cento metri da un asilo e in una posizione di grande pregio paesaggistico, non può che essere rivisto”.

Silvio Michi – capogruppo “Montecarlo è bellissima”

Advertising