Putin contro potenze straniere: “nessuno finanzi gli oppositori”

da
Advertising
Putin contro potenze straniere: "nessuno finanzi gli oppositori"
Putin contro potenze straniere: “nessuno finanzi gli oppositori”

Vladimir Putin ha accettato la candidatura per le nuove elezioni presidenziali che si terranno il 4 marzo 2012 e, durante un congresso organizzato da Russia Unita, il suo partito, si è scagliato contro le “non meglio precisate”, potenze straniere che, secondo lui, starebbero finanziando i suoi oppositori con l’unico fine di voler manipolare le elezioni; sintetico il commento: “meglio che usino questi soldi per pareggiare il debito pubblico, altrimenti saranno soldi buttati”.

Ha proseguito poi il suo intervento precisando quale, sempre secondo lui, potrebbe essere il meccanismo di “compravendita”: “So per certo che alla vigilia delle elezioni alla Duma statale e delle presidenziali russe determinati Stati stranieri riuniranno coloro che hanno al “soldo”, facendoli passare per destinatari di sovvenzioni,  ovviamente, in cambio, vorranno  poter influenzare l’esito della campagna elettorale, ma non gli servirà a niente, Giuda, nel nostro Paese, non è un personaggio biblico molto rispettato, butterranno via i loro soldi, meglio per loro se li usano per pagare i propri debiti statali”.

Queste le sue convinzioni, a quali Paesi alluda non è dato saperlo.

 

 

Advertising