Erika De Nardo lunedì prossimo libera: passerà il Natale con il padre

da
Advertising
Erika De Nardo lunedì prossimo libera: passerà il Natale con il padre
Erika De Nardo lunedì prossimo libera: passerà il Natale con il padre

Delitto di Novi Ligure, uno dei più efferati che la storia ricordi; Erika De Nardo, all’epoca 16enne, insieme al fidanzatino, Omar Favaro, 17enne, organizzarono una vera e propria mattanza, in cui doveva morire tutta la famiglia De Nardo e dalla quale il padre di Erika riuscì a salvarsi solo perchè Omar, ormai stanco, le disse “pensaci tu”.

Era il 21 febbraio del 2001, e vennero sferrate ben 40 coltellate solo alla madre, Susy Cassini, di soli 41 anni, inseguirono poi il fratellino di Erika, Gianluca, di soli 11 anni e uccisero anche lui.

Alla fine Erika inventò una storia assurda che incolpava alcuni stranieri; per fortuna durò poco, la verità emerse e lei e Omar vennero arrestati e condannati.

Omar è già uscito a marzo, Erika uscirà lunedì ed andrà dal padre, che in tutti questi anni le è sempre stato accanto; passerà il primo Natale in famiglia, l’unica che le è rimasta.

Attualmente Erika sta svolgendo un percorso di volontariato all’interno della comunità Exodus di Don Antonio Mazzi, dove quasi sicuramente tornerà appena terminate le festività natalizie.

Lo ha riferito lo stesso Don Mazzi, in seguito alle parole della giovane, che ha espresso il desiderio di continuare per riuscire a conoscersi sempre di più.

Secondo il parere di magistrati e assistenti sociali il recupero di Erika è stato incredibile, si è già laureata in filosofia con il massimo dei voti (110 e lode), saltando pochissimi incontri con l’assistente sociale; presso la comunità bresciana collabora ai programmi di disagio sociale per giovani e adolescenti.

Advertising