Il primo giaciglio “igienico” risale a 77 mila anni fa

da
Advertising
Il primo giaciglio "igienico" risale a 77 mila anni fa
Il primo giaciglio "igienico" risale a 77 mila anni fa

Questa scoperta è molto importante, sia per l’antichità dell’elemento, sia per la maggior conoscenza acquisita delle abitudini dei nostri antenati.

La scoperta è stata effettuata da una spedizione di archeologi coordinati da Lyn Wadley della Wits University a Johannesburg, che sta scavando in questo sito dal 1998; vi ha partecipato anche un italiano, Francesco Berna, della Boston University.

Il giaciglio è stato rinvenuto all’interno di una caverna a Sibudu, nella provincia sudafricana di KwaZulu-Natal del Sudafrica, diventando immediatamente il materasso più antico del mondo; finora il più vecchio aveva “solo” 27 mila anni, ed il salto è lungo ad arrivare a 77mila anni fa, epoca in cui risulta “fabbricato” quest’ultimo ritrovato.

La scoperta è stata pubblicata su Science e Christopher Miller, geoarcheologo dell’università tedesca di Tubinga, ha lungamente spiegato come fosse composto.

Era un materasso considerato “igienico”; per farlo venivano utilizzate piante repellenti, in grado di tenere lontani gli insetti, in particolare le zanzare; tra queste il falasco e piante appartenenti al genere Cryptocarya, inoltre è stato dimostrato che usavano “pulirlo” bruciandolo, in questo modo ottenevano una disinfezione migliore e potevano riutilizzarlo.

Advertising