Precisazioni sul caso Scilipoti

da
Advertising

Una precisazione sul caso Scilipoti. Si può sbagliare, nessun problema. Nel comunicato, il primo di Alternativa Democratica, c’era scritto che il vigile urbano, con la machina del comune, si era recato alle 6 del mattino a prendere il parlamentare, quindi con problemi di straordinari e quant’altro. Erano le 18, le sei sì, ma del pomeriggio, quando i vigili sono regolarmente in servizio. Seconda precisazione. Nello stesso comunicato, si parla dei vigili che sarebbero andati a prendere Scilipoti all’aeroporto di Firenze. Niente di tutto ciò: Scilipoti è arrivato da Roma in treno alla stazione Santa Maria Novella. Questo per la precisione…

Per il resto chi scrive è d’accordo con tutti quelli che sono rimasti indignati da questa inutile manifestazione che non ha portato niente ad Altopascio. C’è chi ha chiesto ai giornalisti di farsi dare l’ordine di servizio perla Thesis lunedì sera. Non c’è nessun ordine di servizio. Anche questo va chiarito perché è stato oggetto di dibattito. Rimango dell’idea che se il PdL voleva organizzare questa iniziativa, avrebbe dovuto farlo completamente in modo autonomo. Il dottor Alessandro Bianchi avrebbe dovuto recarsi a Firenze con la propria vettura. E’ vero quello che dice Ravenni, saranno stati spesi 20 euro di gasolio, ma è il principio ad essere sbagliato, rimane la macchia di una pessima gestione della cosa. E questo vale anche se fra qualche tempo dovesse arrivare un onorevole del Pd.  

Advertising