Ordinanza sulle pm 10, polveri sottili

da
Advertising
Comunicato del comune di Altopascio. Come era stato anticipato nei giorni scorsi, l’amministrazione comunale di Altopascio ha emanato un’ ordinanza per contrastare il fenomeno del superamento dei limiti di pm10 nell’aria, che ha raggiunto quota 27 giorni dopo la comunicazione Arpat del 22 Dicembre. “Un provvedimento non più rinviabile e concepito in maniera preventiva-  spiega il sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti, che lo ha firmato in qualità di autorità sanitaria nel pomeriggio di venerdi – perché per vari motivi i valori delle polveri sottili hanno superato diverse volte la soglia. Perché questo provvedimento sia efficace chiediamo la collaborazione dei cittadini e delle imprese”. Fra i divieti introdotti dal provvedimento quelli di bruciatura all’aperto di residui vegetali e di materiali legnosi, carta e cartone, la richiesta di contenimento dell’uso di caminetti, stufe e termocamini, utilizzabili comunque fino a 8 ore quotidiane, con lo stesso limite per gli impianti di riscaldamento, il cui termostato dovrà essere fissato a 18 gradi per le abitazioni e 17 per gli edifici industriali e artigianali, tranne che per le case di cura e strutture di assistenza a malati e anziani. Nessuna limitazione per chi si riscalda con sistemi di combustione dotati di filtro antiparticolato.  
“Il provvedimento era stato annunciato dal sottoscritto  e rientra nell’ambito degli impegni presi con i cittadini durante gli incontri pubblici su questo problema- dice l’assessore all’ambiente Alessandro Balduini – E’ evidente che, per la loro natura, questo tipo di atti hanno efficacia se i cittadini si fanno carico del problema”.
Advertising