Furto a casa di Stefano Bianchi dell’IDV

da
Advertising

Chi vi  scrive è Stefano Bianchi, referente politico comunale di Italia dei Valori di Altopascio, per comunicarvi una notizia che purtroppo più che una sorpresa, nel mio comune, è diventata un’ amara consuetudine. Nel comune di Altopascio non passa giorno che qualcuno non sia derubato, o subisca un furto in casa.

La notte tra mercoledì e giovedì, come la legge dei numeri vuole, anche io ho subito un furto nel garage della mia casa nella frazione di Marginone. L’amarezza credetemi, non è tanto dovuta ad un fattore economico, poiché le cose rubate sono quelle che possono essere presenti in un garage, ma purtroppo alla risposta che ho ricevuto dal militare del locale comando dei Carabinieri di Altopascio, che interpellato subito alle 8.00 mi ha risposto di non avere nessun mezzo disponibile per effettuare un sopralluogo fino al pomeriggio.

Lungi da me una critica nei confronti dei militari dell’Arma, che lottano giornalmente con una situazione esplosiva e che sembra non avere né una fine né una soluzione, ma l’amarezza è dovuta al fatto che, ancora una volta noi cittadini “onesti” subiamo una violenza all’interno del nostro privato e chi è preposto al controllo non ha mezzi sufficienti a contrastare questo fenomeno. Ora mi chiedo: è realmente importante lo spread, il pareggio di bilancio, ecc, oppure sarebbe il caso come dice il presidente Antonio Di Pietro cominciare veramente a fare una politica giusta e investire nella qualità della vita per la maggioranza degli italiani che stanno pagando in questo momento gli errori degli anni passati di chi ci ha governato sprecando risorse che sono confluite in fiumi di tangenti e corruzione? Non è forse ugualmente importante che un cittadino si senta sereno e tranquillo a casa sua, che sappia di poter alzare il telefono e chiamare in qualsiasi momento coloro che dovrebbero proteggerti senza sentirsi rispondere che non hanno mezzi disponibili e che cercheranno di passare domani?

Le tasse vanno pagate! Questo è quello che riecheggia nelle pubblicità statali. Certo, senza alcun dubbio, ma che si investa in servizi. Oggi siamo arrivati ad un punto dove il superfluo è accessibile a tutti, mentre l’essenziale è inarrivabile. Problemi continui con il pagamento delle bollette, delle rate del mutuo, dell’acqua, del gas e chi più ne ha più ne metta. E noi? Costretti a subire, vedendo ogni giorno tagli economici la dove, invece, dovrebbe essere investito: salute, istruzione e sicurezza.

Colgo l’occasione per chiedere all’Amministrazione ancora più sforzi e maggiori pressioni e magari in collaborazione con tutta l’opposizione cercare il miglior modo possibile per uscire da questa situazione oramai divenuta insopportabile.

 

Stefano Bianchi

(coordinatore IDV comune di Altopascio)

Advertising