Agevolazioni tariffarie Altopascio

da
Advertising

Un fondo di solidarietà di 5 mila euro per l’erogazione di contributi individuali per pensionati ed altre fasce deboli a cura del Comune di Altopascio per il 2012. E’ quanto prevede la politica impositiva e tariffaria dell’ente di piazza Vittorio Emanuele. Questa cifra si aggiunge a quella stanziata per combattere la crisi, con le agevolazioni decise dalla Commissione sociale. Già detto dell’aumento dell’addizionale Irpef allo 0,8 per cento ma con innalzamento della fascia di esenzione da 14 mila a 14.750 euro e dell’Imu (aliquota ordinaria 4 per mille con detrazione 200 euro, 7,6 per mille per gli immobili con contratto di affitto concordato, 8,6 per le abitazioni concesse in comodato gratuito ai figli ad esempio, uno per mille per gli immobili strumentali agricoli) vediamo la situazione della Tarsu. Per nuclei familiari composti da un solo pensionato con Isee non superiore a 18.306 euro o formato da due persone con Isee inferiore 11.806 euro, è prevista la riduzione del 50 per cento, esenzione invece in caso di reddito inferiore a 11.811 euro (pensionato da solo) o 7330 (due componenti). Riduzioni del 45 per cento anche per lavoratori dipendenti e assimilati con Isee non superiore a 12.153 euro, esenzione per dipendenti con redditi inferiori a 9.240 euro e con una sola abitazione di proprietà. Sconto del 50 per cento per i nuclei familiari numerosi, 6 o più persone e Isee inferiore a 27.459 euro. Agevolazioni anche nel caso siano presenti in famiglia diversamente abili. Gli interessati dovranno presentare istanza su appositi moduli dell’ufficio tributi corredata da certificazione Isee. Le domande devono essere presentate entro il 30 settembre 2012.

Advertising