Montecarlo: al via progetto controllo di vicinato

da
Advertising

Dopo un incontro svoltosi presso la sede comunale mercoledì scorso alla presenza del Colonnello Fedele comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, convocato per discutere la situazione ed decidere nuovi provvedimenti tra cui l’incentivo di controlli specifici sul territorio con più pattuglie dell’Arma in supporto alla polizia municipale, il Sindaco ha deciso l’avvio immediato del progetto “Montecarlo ed il Controllo del Vicinato” che, mutuando esperienze avviatesi dagli anni settanta prima in Inghilterra e poi in Europa e nel nord Italia, prevede il coinvolgimento della cittadinanza, dove questa espressamente lo richieda, per avviare in strade e quartieri, zone dai limiti ben definiti, un sistema di monitoraggio e di controllo passivo – niente ronde per intendersi – che contribuisca a creare concretamente una maggiore sicurezza, attenzione e coesione sociale aiutando i cittadini a sentirsi più sicuri tra loro e nella propria comunità.
Il progetto si avvia in diverse fasi: a partire dalla prossima settimana il comune avvierà una campagna informativa con la pubblicazione di materiale che spieghi approfonditamente il contenuto del progetto attivando incontri nelle frazioni con le forze dell’ordine, in un secondo momento i cittadini potranno raccogliere firme – attraverso gli appositi moduli – chiedendo all’amministrazione l’attivazione del progetto in determinati punti del territorio e ricevendo dal Comune l’apposito cartello – non solo a funzione dissuasiva – da apporre sul posto, infine un incontro ad hoc per la definizione dei ruoli e dei meccanismi che concorrono ad attivare il “controllo del vicinato”, tra questi le funzioni di coordinamento, la catena telefonica e la raccolta dei dati. In estrema sintesi il sistema prevede di informare chiunque passi, tramite l’apposizione degli appositi cartelli, che la sua presenza in quella strada o quartiere potrebbe non passare inosservata e che il vicinato è attento e consapevole di ciò che avviene al suo interno. Tutto ciò senza alcun costo e nessun pericolo per il cittadino, a tutto vantaggio di un più stretto ed efficace coordinamento con le forze dell’ordine.
Il Sindaco Vittorio Fantozzi che ha curato personalmente il progetto nel dettaglio ha deciso, dopo l’appello lanciato ai montecarlesi a seguito del devastante incendio dello scorso anno, di rivolgersi nuovamente in via diretta ai propri cittadini con una lettera aperta che sarà affissa nei prossimi giorni, in cui affronta a tutto tondo la questione sicurezza a Montecarlo.
“Reagiamo per difesa e per dignità – cosi il Sindaco di Montecarlo in alcuni passaggi della leggera aperta – ad una situazione di crisi e tensione sociale che avvilisce e preoccupa le nostre famiglie, che non ha precedenti nella nostra memoria, se non negli sguardi dei nostri anziani che hanno conosciuto i drammi della guerra e la miseria della ricostruzione. Nostro malgrado siamo vittime di un’ondata di criminalità, nuova e feroce nei metodi, che minaccia non soltanto le nostre case ma l’incolumità fisica dei nostri cari. Una

Advertising