Cerro: nessun inquinamento. Lo ha stabilito la Conferenza dei Servizi

da
Advertising

Le analisi di caratterizzazione hanno dimostrato la non contaminazione dei terreni” “Non si registra il superamento di Csc (concentrazione della soglia di contaminazione)” : sono queste le frasi che certificano che al Cerro, nella zona dell’inceneritore, non c’è inquinamento, le ceneri non hanno prodotto alcuna contaminazione delle falde con il percolato. Dati questi risultati, non c’è alcun bisogno di rimuovere le ceneri dalla loro sede attuale, dato che il processo di mineralizzazione pare ormai consolidato e concluso e quindi  sarà sufficiente una normale messa in sicurezza della discarica esistente per chiudere definitivamente la procedura. Per risolvere la questione era stata convocata per venerdi 30 Novembre 2012 una conferenza dei servizi fra i vari soggetti interessati e competenti sulla questione, per la quale da anni vengono compiute analisi e rilevamenti. ” Dopo alcuni anni si conclude quindi in modo assolutamente positivo per l’amministrazione comunale di Altopascio la polemica sollevata di tanto in tanto da alcuni consiglieri comunali – si legge in un comunicato del Comune di Altopascio – certe illazioni sono state spazzate via da un documento inoppugnabile che certifica che non esiste alcun inquinamento nella zona del Cerro, dove negli anni 80 fu posizionato un inceneritore- afferma il sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti-. Per noi amministratori una grossa soddisfazione, perché su questi argomenti abbiamo sempre usato la massima attenzione e cautela. Qualcuno in questi anni si è divertito a dipingere una realtà onirica fatta di inquinamenti vari. Avessimo dato retta a queste cassandre, avremmo speso per nulla i soldi dei cittadini per una opera di bonifica che non serviva, visto che quella fatta a suo tempo si è dimostrata giusta nella teoria e efficace nella pratica. Mi dispiace solo per chi ha finito la strada in Procura. La soddisfazione più grossa resta sapere di avere agito nel pieno rispetto della salute dei cittadini”.

 
Advertising
Advertisements