Il Pd di Altopascio sul rimborso dell’Imu

da
Advertising

LogoPD76455[1]A distanza di pochi giorni dall’annuncio shock di Silvio Berlusconi sull’Imu, anche il sindaco Marchetti si adegua agli spot elettorali del suo partito e promette agli altopascesi di restituire ,in parte ,la tanto odiata imposta. Eppure, fino ad un paio di mesi fa, proprio il sindaco – più volte interpellato in merito – giustificava l’aumento dell’aliquota come necessaria, guardandosi bene dall’ammettere, che la responsabilità di tale scelta era dovuta ad una cattiva gestione dei soldi pubblici. In questo periodo, quando per il sindaco pareva impossibile rivedere le proprie scelte, molteplici sono stati i nostri interventi (mozione, raccolta firme, volantinaggio) per sollecitare l’amministrazione a rimodulare le aliquote. Magicamente, a pochi giorni dal voto, tutto diventa possibile per Marchetti, anche farsi paladino delle nostre battaglie. Se la sua proposta avesse un seguito, una parte degli altopascesi – con i requisiti di reddito stabiliti – si vedrebbe restituita una quota della cifra versata sulla casa di residenza. Facciamo notare però, che tale rimborso, altro non sarebbe che l’importo ingiustamente richiesto ai cittadini a seguito dell’aumento dell’aliquota (dal 4 al 5,5 per mille); aumento per il quale il sindaco, si è meritato lo pseudonimo di recordman dell’Imu. Tuttavia, accogliamo positivamente questa sua improvvisa “redenzione” e garantiamo di vigilare sin da subito affinchè questi provvedimenti si traducano in fatti concreti. Contemporaneamente, continueremo la nostra battaglia per aumentare le fasce di esenzione e garantire una maggiore progressività e quindi equità dell’imposta.

 

                                                                            PD Altopascio

Advertising