Anche i “Renziani” rispondono a Lazzarini

da
Advertising

Matteo-Renzi[1]Il Comitato Altopascio Per Matteo Renzi si dissocia dalle parole dell’ex segretario del Pd di Altopascio Giorgio Lazzarini, in riferimento all’articolo apparso sulla Nazione in data 20/2/2013, in cui manifesta, a titolo personale, la propria dichiarazione di voto a favore del Pd al Senato e del Pdl alla Camera. Cioè,  Bersani da una parte e Berlusconi dall’altra;  infatti, occorre intanto precisare che con questa legge elettorale non si vota per un candidato della lista. Lazzarini (si precisa che non aderisce al nostro comitato) si dichiara renziano, ma forse, visto che utilizza il nome di Renzi per sostenere i propri argomenti, non gli è molto chiaro  il tipo di rinnovamento che sta portando avanti Renzi all’interno del Pd. Il rinnovamento radicale dei modi di fare politica iniziato e portato avanti dal Sindaco di Firenze contrasta in maniera netta  con l’idea di politica che ha Lazzarini, tendente evidentemente a volersi accreditare sulla scena pubblica della cittadina del Tau, lanciando messaggi nascosti  in favore di  eventuali accordi che non servono al territorio. Noi sosteniamo la necessità di superare questa visione politica di corto respiro, da Prima Repubblica, verrebbe da dire ‘gattopardesca’, perché ci interessa soltanto il futuro delle nuove generazioni e del territorio della Piana di Lucca, bisognoso sì  di una politica propulsiva ed efficace ma lontana dai vecchi schemi fondati sui personalismi e sugli inciuci ; pertanto, sosteniamo, insieme a Matteo Renzi, il Partito Democratico auspicando un governo stabile di centrosinistra.

Advertising