Salvata con un cuore artificiale donna di Altopascio

da
Advertising

cuore-artificiale[1]Salvata con un cuore artificiale Straordinario intervento alle Scotte su una donna di 39 anni • A pagina 9 Trapiantato il primo cuore artificiale Delicatissimo intervento alle Scotte. Non era mai stato eseguito in Toscana IL TRAGUARDO L’équipe di Maccherini ha operato una donna di trentanove anni LA VITA legata ad un filo, la speranza di riuscire a farcela diventa realtà per la professionalità di un gruppo, di medici delle Scotte che hanno effettuato il primo intervento in Toscana di impianto di cuore artificiale totale. L’importante traguardo è stato raggiunto dall’équipe del programma trapianto di cuore, diretto dal dottor Massimo Maccherini, insieme alla chirurgia cardiotoracica diretta dal professor Giuseppe Gotti, la terapia intensiva cardiochirurgica, diretta dalla professoressa Bonizella Biagioli, le strutture operative di riferimento all’interno del Dai cardio-toracovascolare, diretto da Roberto Favilli. L’intervento è stato effettuato su una paziente di 39 anni, di origini lucane, residente ad Altopascio. La complessa operazione è durata circa 8 ore ed ha coinvolto i cardiochirurghi Massimo Maccherini e Sonia Bernazzali, il collega tedesco Latif Arisoolu (esperto europeo per questo tipo di impianti), l’anestesista Giacomo Carlucci, e lo staff dei perfusionisti coordinato da Debora Castellani, gli infermieri e i tecnici specializzati, e tutto il personale della piastra operatoria di cardiochirurgia. La paziente sta rispondendo bene alle cure ed è ricoverata in terapia intensiva cardiochirurgica, in prognosi riservata, dove rimarrà circa un mese

Advertising