Montecarlo festeggia le donne l’8 marzo con un omaggio ispirato a Rita Levi Montalcini e con l’ingresso a teatro

da
Advertising

Rita-Levi-Montalcini-una-scienziata-rimasta-giovane-nel-cuore_articleimage[1]Un segnalibro dedicato alla figura del nobel italiano Rita Levi Montalcini per celebrare la festa della donna. Un omaggio semplice ed utile che le donne di Montecarlo potranno richiedere e trovare presso il Municipio oppure ricevere direttamente, come tutte coloro che festeggeranno nei ristoranti del territorio o si recheranno a teatro per deliziarsi con il “Falstaff” di William Shakespeare con protagonisti Andrea Buscemi (protagonista dell’ultimo film di Pieraccioni) e Roberto Ciufoli (membro con Pino Insegno della Premiata Ditta) prenotando gratuitamente il proprio posto, fino ad esaurimento dei posti, allo 0583229725.
L’iniziativa, alla seconda edizione, è promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con il Centro Commerciale Naturale ed il Consorzio dei Produttori dei Vini Doc di Montecarlo che lo scorso anno aveva voluto ricordare la principessa Grace Kelly di Monaco, nel trentennale della sua scomparsa, per il contributo offerto al restauro del settecentesco Teatro dei Rassicurati negli anni sessanta.
La sua recente scomparsa ha suggerito spontaneamente agli organizzatori di celebrare la figura del nobel italiano per la chimica, nonché senatrice a vita della Repubblica, Rita Levi Montalcini per l’opera scientifica, la testimonianza biografica ed il ruolo pubblico ricoperto nel novecento italiano ed internazionale.
“Un piccolo gesto il nostro – sottolinea il Sindaco di Montecarlo Vittorio Fantozzi – per mezzo del quale abbiamo il piacere di festeggiare l’8 marzo attraverso il ricordo e la celebrazione di tutte le donne attraverso la vita e l’impegno di alcune di loro che hanno lasciato un segno indelebile nella storia, con particolare riferimento al mondo delle arti, dello spettacolo, della cultura e della società contemporanea. La biografia umana e professionale della Montalcini, in questo senso, rappresenta senza dubbio un esempio per le generazioni presenti”.

Advertising